Oliena: il 23 novembre, andrà in scena “Dorian Gray” della compagnia QU.EM

Ci sono delle opere che lasciano un segno indelebile non solo nella storia della letteratura o dell’arte, ma nella storia in senso lato; e diventano immortali perché colpiscono in profondità la mente e il cuore di ogni uomo, indipendentemente dall’epoca e dal contesto.

Lo spettacolo: “Dorian Gray”

Il ritratto di Dorian Gray” è il più celebre romanzo di Oscar Wilde e venne scritto, pubblicato e rivisto, fra il 1890 e il 1891. È la storia di un bellissimo giovane che gradatamente si rende conto del suo carisma e del suo fascino, mettendoli al servizio della sfrenata ricerca di una vita all’insegna del bello, del piacere, dell’impossibile, senza limiti e senza regole… E senza alcuno scrupolo morale.

In questo percorso, si innestano due incontri fondamentali. Il primo è con Basil Hallward, un pittore, che trova in lui una straordinaria fonte di ispirazione ed è letteralmente conquistato dal suo fascino. È proprio Basil a realizzare un ritratto di Dorian di incredibile suggestione… Il ritratto di Dorian Gray.

Il secondo incontro è con un amico di Basil, Lord Henry Wotton, un raffinato esponente dell’alta società. È un uomo di grande personalità, che sa parlare e catturare l’attenzione in modo brillante; ama i paradossi, è spesso provocatorio, è sempre affascinante; in realtà, è un uomo spietatamente cinico.

In poco tempo egli scardina l’iniziale timidezza e ingenuità di Dorian, e lo fa diventare una sua specie di alter ego… O meglio, rende evidente a Dorian ciò che veramente egli è e vuole, con esiti tremendamente distruttivi…

[foto id=”290443″]

La compagnia QU.EM

La Compagnia Teatrale «QU.EM. quintelemento» di Cremona nacque su iniziativa di un gruppo di persone accomunate da una precedente esperienza di lavoro teatrale a Milano e, successivamente, si è allargata ad altri componenti. Le diverse provenienze e le precedenti attività marcano in modo originale le prospettive di ricerca e d’impegno della Compagnia. L’obiettivo principale, infatti, è di realizzare un amalgama fra il linguaggio propriamente teatrale e le tecniche cinematografiche, nel solco del filone denominato «video-teatro».

Dall’anno 2011, «QU.EM.» è entrata a far parte della U.I.L.T., l’«Unione Italiana Libero Teatro», la federazione nazionale delle compagnie teatrali no profit. Dal 2014 il socio fondatore Paolo Ascagni ne ha assunto la vice-presidenza nazionale; nel 2019 è stato eletto presidente nazionale. La Compagnia ha sede operativa a Cremona.