Iglesias: al via il 17 novembre il Festival Internazionale di Musica da Camera

Prende il via il Festival Internazionale di Musica da Camera, da annoverare, con i suoi ventuno anni, tra le iniziative dedicate alla musica classica più longeve e qualificate della Sardegna. Una edizione, quella 2019, di grandissimo livello, che, con la consueta direzione artistica del bandoneonista Fabio Furia, si apre domenica 17 novembre, alle 19, al Teatro Electra di Iglesias, con Flautissimo, concerto che vede protagonisti la flautista Silvia Careddu, fino allo scorso settembre primo flauto dei Wiener Philharmoniker (prima donna italiana a essere ammessa nella prestigiosa orchestra austriaca), e il pianista israeliano Itamar Golan. I due musicisti proporranno un programma dedicato a Prokofiev, con la Sonata per flauto e pianoforte op.94, e a Franck, con la Sonata per flauto e pianoforte in La Maggiore. Eleganza, purezza del suono e virtuosismo tecnico sono le parole d’ordine di questo concerto, un continuo fluire di melodie dolci e soavi e di temi che si rincorrono tra armonie cangianti e ritmi incalzanti, in cui emerge il delicato equilibrio tra gli impasti timbrici del flauto e i colori del suono del pianoforte.

Una carriera straordinaria quella della Careddu, che ha suonato con tutte le più importanti orchestre europee, dove ha spesso ricoperto il ruolo di prima parte. Vincitrice di numerosi concorsi internazionali è stata primo flauto della Konzerthausorchester di Berlino e dei Wiener Symphoniker dal 2015. Dal 2012 fa parte della Kammerakademie Potsdam e vanta collaborazioni con compagini orchestrali prestigiose come la Mahler Chamber Orchestra, la Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks, la Budapést Festival Orchestra, la Chamber Orchestra of Europe e la Philharmonia Orchestra di Londra. Nel 2016 è membro dell’Alban Berg Ensemble Wien, sostenuto dalla Fondazione Alban Berg e residente presso il Musikverein di Vienna. Con lei sulla scena Itamar Golan, che ha iniziato la sua carriera come solista e musicista da camera negli Stati Uniti e in Israele.  Ha anche suonato come solista con la Israel Philharmonic Orchestra e con la Filarmonica di Berlino sotto la direzione di Zubin Mehta . Dal 1991 al 1994 ha insegnato alla Manhattan School of Music di New York ed è attualmente professore di musica da camera al Conservatorio di Parigi.

Il prossimo appuntamento del festival è fissato per domenica 24 novembre, sempre al Teatro Electra di Iglesias con inizio alle 19, per un viaggio di quasi tre secoli nella grande musica classica di Bach, Beethoven e Dvorak, con Francesco Manara (violino), Francesco Mariozzi (violoncello) e Francesco De Zan (pianoforte).

ll Festival Internazionale di Musica da Camera è realizzato con il contributo di: Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato alla Pubblica Istruzione, Informazione, Spettacolo e Sport e Assessorato al Turismo, Artigianato e Commercio), Comune di Iglesias, Comune di Gonnesa, Fondazione di Sardegna e Società Euralcoop, e con la collaborazione del Consorzio Turistico per l’Iglesiente, la Cantina Aru e Cadoni Formaggi.