Sassari: 24-26 ottobre, la clavicembalista Cipriana Smarandescu al Liceo Azuni

Importante appuntamento artistico e formativo per gli allievi del Liceo Musicale Azuni.

Dal 24 al 26 ottobre la clavicembalista rumena Cipriana Smarandescu, musicista di fama internazionale, terrà una master class di tre giorni a 29 studenti, per la maggior parte iscritti al liceo di via de Carolis ed alcuni al Conservatorio “Luigi Canepa”.

L’artista sarà per la prima volta a Sassari per partecipare al Festival Internazionale di Musica Antica “Note senza tempo”, che ha tra i suoi partner anche il Liceo Musicale Azuni, organizzato dall’associazione culturale musicale “Dolci accenti”, di cui è presidente il maestro Calogero Sportato, che è anche docente di chitarra del corso musicale del liceo cittadino.

L’artista: Cipriana Smarandescu

Cipriana Smarandescu, rumena di nascita ma ormai italiana d’adozione, si è formata tra Bucarest e il nostro Paese, si è esibita sui più importanti palcoscenici europei e ha partecipato come solista a due incisioni discografiche su spartiti di Johann Sebastian Bach.

L’artista rumena, che come musicologa ha approfondito le sonate per clavicembalo di Domenico Scarlatti, incontrerà nella sede del Liceo Musicale Azuni sia i musicisti che abbiano già esperienza clavicembalistica, sia quelli interessati a iniziare lo studio dello strumento.

Si tratterà di un vero e proprio corso, seppure articolato in breve tempo, su tutto il repertorio del periodo barocco e con uno sguardo attento ai vari trattati, ai metodi e alle più importanti raccolte per clavicembalo.

La master class della maestra Smarandescu – sottolinea il dirigente scolastico, Roberto Cesaraccio – è un’ulteriore opportunità di crescita per i nostri studenti. Un’esperienza che si aggiunge alle importanti collaborazioni con l’ente lirico “Marialisa de Carolis” per la stagione lirica e all’impegno in numerosi eventi dei solisti e delle formazioni di musica classica, tra le quali l’ensemble di archi, nonché in altri ambiti con la “Azuni Jazz Orchestra” e la partecipazione all’Orchestra Jazz della Sardegna.