Richiamato integratore online di caffeina pura, mancano le dosi: rischio di tossicità

È scattato l’allarme europeo per gli integratori alimentari contenenti caffeina purissima in polvere. Il NRW Centre for Health, LZG.NRW di Munster Germania, ha segnalato attraverso il sistema HMA WGEO Rapid Alert (e quindi anche all'Italia) la commercializzazione via Internet di un prodotto classificabile anche come integratore alimentare, denominato "Caffeina 100%-HCL".

Il rivenditore – con sede a Colonia – della “New Pharma Nutrition” ha già richiamato pubblicamente il prodotto. L’integratore, venduto in lattina da 150 grammi per 80 dosi, è stato analizzato in Germania e contiene caffeina pura, utilizzata come brucia-grassi. Mancano le istruzioni per il dosaggio.

Il problema più grande, secondo gli esperti tedeschi, è che è difficile trovare la dose giusta della polvere, quella che non metta a repentaglio la salute di chi l’assume. Usare strumenti tradizionali, come i cucchiaini, non è possibile per misurare l’esatto quantitativo della polvere. Quando i consumatori riempiono il misurino che si trova nella lattina, prendono poco meno di sei grammi di polvere, poco meno di cinque grammi di pura caffeina.

La caffeina porta già con una quantità di un grammo a sintomi di intossicazione: i sintomi da overdose possono includere attacchi epilettici, tachicardia, vomito, diarrea, torpore, delirio, disturbi dell’udito, visione offuscata e disorientamento. Nulla di paragonabile a un abuso di caffeina contenuta in un normale caffè. La sostanza inoltre dà luogo ad accumulo nell’organismo.

Nel 2008 sono stati riportati casi di morte dopo un consumo di 600 mg/giorno per 4 giorni. Non esistono antidoti ed è impossibile salvare la vita del paziente dopo intossicazione con una dose letale. Il ministero della protezione dei consumatori del Nord Reno-Westfalia mette urgentemente in guardia dal consumo di questo prodotto.

Non sappiamo come reagirà il mercato a questo allarme, spiega Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, non è certo che questi prodotti verranno necessariamente rimossi, poiché sono venduti on line.

In Italia non è ancora diffuso il consumo di questo tipo di polvere, anche se spesso gli sportivi ne fanno uso per aumentare i livelli di energia. Grazie agli effetti stimolanti e dimagranti, il concentrato di caffeina fa gola soprattutto ai più giovani.

Per questo lo “Sportello dei Diritti” invita i genitori a stare attenti. Si invitano i consumatori ad astenersi dall’acquisto e dal consumo del suddetto prodotto, qualora dovessero reperirlo in Internet o attraverso altri canali di acquisto. L’avviso di richiamo del prodotto è stato pubblicato sul portale dedicato allerte alimentari del Ministero della salute tedesco.