Oristano, ODG “urgente”: “Stato d’incuria del Cimitero di San Pietro”

I sottoscritti Consiglieri Comunali, Lorenzo Pusceddu, Giuseppe Puddu, Angelo Angioi, Vincenzo Pecoraro e, appartenenti al Gruppo Consiliare “ La Civica – Oristano”.

Premesso che :

  • in data 20/10/2008 il Consiglio Comunale di Oristano, con la Deliberazione n. 105, ha deliberato la costituzione della Società Oristano Servizi Comunali, interamente partecipata dal Comune di Oristano, nella forma di società a responsabilità limitata con l’obiettivo di ottenere una gestione più efficiente e rispondente ai bisogni dei cittadini di alcuni servizi strumentali all’amministrazione comunale. La costituzione della società, a capitale interamente pubblico, si è basata sul modello delle società in house providing attraverso il quale l’Amministrazione si fa operatrice economica di se stessa. il Comune esercita sulla società un controllo analogo a quello che esercita sui propri uffici, così come previsto dalla normativa comunitaria in materia di società in house providing;

    advertisement
  • i servizi previsti nello Statuto della società, e attualmente espletati dalla stessa, sono relativi alla cura e manutenzione del verde pubblico; al servizio di pulizia dell’arenile di Torregrande; al servizio di sfalcio stradale e pulizia antincendio; al servizio di spazzamento e diserbo delle superfici pavimentate e delle aree verdi; al servizio di pulizia degli stabili comunali; al servizio di pulizia, apertura e chiusura dei mercati civici; al servizio di sorveglianza e corretta conduzione dei cimiteri; al servizio di supporto informativo, intermediazione tra Uffici Comunali e sedi Circoscrizionali e di supporto alla riscossione diretta dei tributi; al servizio di supporto all’ufficio SUAP; ai servizi a chiamata e al servizio di pulizia dei locali sede degli Uffici Circoscrizionali e dei locali sede decentrata della biblioteca;

  • che con deliberazione del 28/09/2017, l’Amistrazione Lutzu; “Ritenendo che la gestione mediante affidamento dei suddetti servizi a imprese esterne non consentirebbe tempi e modalità di intervento pari a quelli offerti da una società che, avendo come unico scopo la prestazioni di servizi a favore dell’ente, garantisce una fidelizzazione e un rapporto quotidiano con l’ente stesso, assicurando quindi una gestione dei servizi affidati più efficace ed efficiente anche dal punto di vista economico”, ha ritenuto di confermare l’attuale assetto della Società Oristano Servizi Comunali Srl, senza interventi di razionalizzazione;

  • nel mese di dicembre 2018, a seguito del venir meno del rapporto di fiducia con l’Amministratore Unico, per motivi legati alla gestione della società, il Sindaco ha disposto la revoca dello stesso e l’assegnazione dell’incarico pro tempore a nuovo amministratore sino all’espletamento della selezione del nuovo Amministratore Unico mediante avviso pubblico;

  • nell’anno 2018, il Dirigente competente ha determinato di affidare alla Società Oristano Servizi S.r.l., fino al 31/12/2018, lo svolgimento delle attività comprese nel nuovo contratto di servizio di “Sorveglianza e corretta conduzione dei Cimiteri di Oristano e frazioni”, agli stessi patti e condizioni del contratto principale, per un importo pari ad € 106.856,56 oltre IVA 22% (euro 130.365,00);

Considerato che:

  • ai luoghi che custodiscono i nostri cari, che hanno lasciato la vita terrena, debba essere riposto il massimo rispetto e la massima attenzione e cura da parte dell’Amministrazione comunale, tutti i giorni dell’anno e non solo nei giorni delle feste comandate;

  • anche attraverso il decoro, la manutenzione e la protezione dei luoghi che custodiscono le salme dei nostri cari si percepisce il livello di civiltà di una collettività;

  • l’Amministrazione comunale in” primis” deve avere quella giusta sensibilità verso il culto dei morti. Culto che comprende anche attenzione per la custodia dei morti e il mantenimento decoroso dei cimiteri cittadini.

Per quanto sopra premesso e considerato che:

  • lo stato di incuria in cui versa il Cimitero cittadino di San Pietro, cosi come si può ben rilevare dai fotogrammi allegati, NON può essere tollerato;

  • l’Amministrazione Lutzu ad oggi non è stata in grado di garantire quel cambio di passo necessario a garantire le ordinarie richieste avanzate dalla città anche per il tramite del Consiglio comunale che, con innumerevoli interrogazioni/interpellanze e mozioni su questo ed altri argomenti ha pubblicamente rappresentato le istanze dei cittadini tutti.

Tutto quanto sopra premesso, con il presente ordine del giorno, oltre a chiedere chiarimenti in merito al protrarsi dello stato di incuria dei cimiteri cittadini, e sul preciso svolgimento del contratto di servizio in essere con la Società partecipata dal comune, chiedono di impegnare il Signor il Sindaco e la Giunta tutta:

  1. a far sì che sul Cimitero cittadino e su tutti i Cimiteri delle frazioni sia posta, da parte dell’Amministrazione Comunale, la giusta e dovuta attenzione che si dovrà concretizzare sia mettendo a disposizione degli uffici competenti le necessarie disponibilità finanziare, sia in una giusta, maggiore e più attenta cura degli stessi per tutti i giorni dell’anno;

  2. a far sì che la Giunta fornisca i giusti indirizzi al fine che vengano garantiti stringenti controlli sulla corretta e continua esecuzione dei contratti in essere tra l’Amministrazione comunale e la Società che gestisce i servizi cimiteriali e il verde cittadino, ciò in considerazione del fatto delle evidenti e spiacevoli situazioni in cui si trova la nostra Oristano;

  3. a verificare e quindi comunicare, nel primo consiglio comunale utile di ogni mese dell’anno, gli eventuali rilievi/contestazioni mossi dall’amministrazione, alla Società che gestisce i servizi cimiteriali e il verde cittadino considerato che, anch’esso, versa in condizioni visibilmente discutibili, comunicando, inoltre, eventuali provvedimenti assunti a tutela dell’Amministrazione tutta.

I consiglieri comunali

Lorenzo Pusceddu, Giuseppe Puddu, Angelo Angioi, Vincenzo Pecoraro