Capriva del Friuli: il 27 di ottobre, l’ultima tappa del progetto “Freemmos”

Prosegue il cammino della Fondazione Maria Carta e del progetto “Freemmos” contro lo spopolamento dei piccoli comuni.

Sarà il Friuli a ospitare l’ultima tappa del 2019 con un evento che si terrà a Capriva del Friuli, domenica 27 ottobre, nell’ambito della kermesse denominata “Capriva Castelli e Canzoni”.

Freemmos: il programma del 27 ottobre

Si inizia alle 10:30, presso il Centro Civico, con la tavola rotonda dal titolo: “Spopolamento dei piccoli Comuni. Sardegna e Friuli a confronto“.

Dopo i saluti di Daniele Sergon, primo cittadino di Capriva, e di Leonardo Marras, presidente della Fondazione Maria Carta, sono previsti gli interventi di Lino Zedda, sindaco di Baradili, il più piccolo comune della Sardegna con poco più di ottanta abitanti, e di Antonello Masala, primo cittadino di Monteleone Rocca Doria, altro piccolo centro nella provincia di Sassari.

Freemmos

Entrambi i comuni hanno ospitato in questi anni il progetto “Freemmos”, contribuendo a diffondere la conoscenza del fenomeno dello spopolamento e la consapevolezza della necessità di adottare misure di contrasto.

A descrivere le problematiche legate al fenomeno dell’abbandono delle piccole realtà locali sul versante friulano sono chiamati Simone Peruzzi, sindaco di Dogna, e Luca Postregna, primo cittadino di Stregna.

Prendono parte all’incontro Adriano Luci, presidente Ente Friuli nel mondo, Franco Minussi, associazione Giuliani nel mondo, e Serafina Mascia, presidente della F.A.S.I., l’associazione che raggruppa i circoli dei sardi in Italia, particolarmente sensibile sul fronte delle tematiche legate allo spopolamento.

Coordinano i lavori i giornalisti Giacomo Serreli e Christian Seu.

Previsti anche interventi musicali a cura di Fabiano Fantini, Fantafolk, Duo Bucciol, Coro Monte Sabotino.

Freemmos

Il programma del 29 ottobre

Martedì 29 ottobre il teatro Kulturni Dom ospiterà uno straordinario evento musicale, organizzato dalla Compagnia Terzo Teatro e dalla Fondazione Maria Carta, con il sostegno del circolo sardo di Gorizia.

Alle 20:30 concerto di Paolo Fresu, con Glauco Venier al piano, e la partecipazione del duo Fantafolk, con Andrea Pisu alle launeddas e Vanni Masala all’organetto.

Freemmos