Cagliari: nasce “Gente in viaggio”, il primo portale per analizzare i big data dei turisti

Un nuovo portale web, made in Italy, per analizzare i big data generati in maniera spontanea dai viaggiatori attraverso la pubblicazione e condivisione di storie di viaggio, è nato a Cagliari e conta già più di 1000 content creator appassionati viaggiatori.

Gente in Viaggio: il progetto

Il progetto, sviluppato dalla startup innovativa Fare Digital Media, si chiama Gente in viaggio e ha, al suo interno, un algoritmo di intelligenza artificiale che mette a sistema i dati generati dalla sentiment analysis degli articoli dei viaggiatori ed estrae big data che possono descrivere in maniera dettagliata le nicchie, le passioni e gli interessi reali dei viaggiatori iscritti alla piattaforma.

Genteinviaggio.it, è dunque un travel magazine dal cuore intelligente. Affronta di petto la nuova frontiera dell’intelligenza artificiale nel web marketing, per fornire alle PMI turistiche suggerimenti utili sulle azioni da intraprendere, per orientare il comportamento dei potenziali viaggiatori in target, basandosi su dati reali estrapolati dai racconti di viaggio online.

Il progetto ha ottenuto un finanziamento, denominato Voucher Startup, dalla Regione Autonoma della Sardegna e del POR FESR 2014-2020.

La rivoluzione nel marketing digitale, proposta dal progetto della startup sarda, consiste in un sofisticato algoritmo di machine learning che trasforma gli articoli pubblicati su genteinviaggio.it in dati che possono ridefinire le strategie predittive per migliorare la propria offerta turistica.

Il processo continuo di apprendimento e miglioramento, che avviene grazie alla tecnologia alle spalle del magazine, serve a identificare azioni e strategie di marketing più efficaci ed economicamente sostenibili per le PMI turistiche, che possono così incrociare i turisti in un momento ottimale, quello dell’ispirazione, dove ci sono le più alte possibilità di persuasione e conversione.

Le dichiarazioni di Alessio Neri, il CEO di “Gente in viaggio”

La tecnologia di Machine learning del nuovo genteinviaggio.it garantisce, alle PMI turistiche, l’accesso a dati utili ad individuare gli interessi dei viaggiatori nelle nicchie di mercato delle imprese stesse – sostiene Alessio Neri CEO di Fare Digital media. – L’analisi di queste informazioni consente di capire come integrare la propria offerta di destinazione o di prodotto turistico con l’interesse reale di viaggiatori appassionati, potenziali clienti e visitatori delle destinazioni.

Per il giovane team di Fare Digital Media, la premessa alla base del progetto innovativo è semplice ed è tutta analogica. Si tratta di incentivare un comportamento da parte dei viaggiatori: la creazione di contenuti di qualità, interessanti e rilevanti, relativi alle proprie esperienze di viaggio.

Di contro l’obiettivo della startup è anche stimolare le imprese turistiche a ingaggiare e interagire con i propri potenziali clienti, attraverso meccanismi di promozione non invadenti, basati su relazione, gamification e condivisione di interessi comuni.

[foto id=”287851″]

Perché visitare genteinviaggio.it?

Non è difficile comprendere quanto possa essere utile per un’impresa, una DMC o una DMO, scoprire quali sono le nicchie in cui influencer e content creator di viaggio desiderano consumare beni e servizi travel.

Una reale innovazione per gli operatori medio-piccoli, che non si possono permettere di fare investimenti in tecnologie di intelligenza artificiale, per decine di migliaia di euro l’anno. Genteinviaggio.it è una vera opportunità tecnologica che li aiuta a superare il data divide.

Il turismo digitale non è solo e-commerce, è quindi fondamentale per la crescita del settore sfruttare l’opportunità che offre il digitale di sviluppare la relazione con l’ospite (sempre più digitalizzato) utilizzando le più attuali e moderne tecnologie.

Alle PMI turistiche, genteinviaggio.it mette a disposizione competenze e strumenti condivisi per poter fare promozione digitale basata sugli interessi di viaggio degli utenti; targetizzando le proprie campagne verso nicchie molto specifiche di utenti traveller.

Sono 10 infatti le passioni principali che emergono dalle storie dei viaggiatori: viaggi culturali, citybreak, benessere, food experience, itinerari, informazioni utili, natura e parchi, outdoor, tradizioni locali e viaggi slow.

Questa nuova tecnologia verrà presentata da Alessio Neri, CEO di Fare Digital Media srls, il 9 ottobre alle 11:40, con uno speech durante la fiera TTG di Rimini, il più importante appuntamento italiano di settore.

Contatti: