AppLavoro: il nuovo sito per trovare lavoro grazie alle recensioni ricevute

Al giorno d’oggi le professioni moderne si alternano con le mansioni più tradizionali e non è raro che il tentativo di trovare un impiego in linea con le proprie ambizioni e con le proprie aspettative si traduca in motivo di stress e ansia.

Il sito applavoro.it fornisce un valido supporto per chi vuole evitare che la ricerca di un lavoro si trasformi in una fonte di preoccupazione.

Cosa è AppLAvoro?

AppLavoro è un nuovo portale Internet pensato sia per coloro che hanno già alle spalle esperienze professionali, sia per chi si avvicina per la prima volta al mondo del lavoro e spera di farsi strada in un contesto meritocratico.

advertisement

Il sito è stato presentato ufficialmente all’inizio di quest’anno ed è completamente gratuito. I lavoratori hanno la possibilità di registrarsi e di creare un profilo personale, che va arricchito con le principali informazioni anagrafiche e professionali. Si può, inoltre, creare un curriculum da scaricare e spedire alle aziende con le quali si intende collaborare.

Chi lo desidera, poi, ha l’occasione di realizzare una video presentazione: uno strumento ulteriore per catturare l’attenzione dei recruiters facendo conoscere le proprie doti e le proprie caratteristiche.

Come si usa AppLavoro?

Una volta che il profilo personale è stato completato e che il curriculum è stato redatto, ogni iscritto può consultare le offerte di lavoro a disposizione: ce ne sono migliaia tra le quali navigare, anche perché i datori di lavoro possono caricare le inserzioni senza limiti e in modalità gratuita. Una volta individuate le proposte in linea con le proprie capacità, ci si può candidare seguendo una procedura rapida e semplice.

Il carattere innovativo di AppLavoro

Ma quali sono le peculiarità originali che distinguono AppLavoro da altri siti che riportano annunci e inserzioni?

La grande rivoluzione che viene garantita da questo portale consiste nella possibilità di far conoscere le proprie abilità tramite le recensioni rilasciate dai colleghi attuali e dagli ex colleghi, così come dai datori di lavoro con i quali si è collaborato in precedenza.

Tutte le recensioni (incluse quelle fornite da collaboratori e clienti) servono a stilare una classifica grazie alla quale è possibile visualizzare i lavoratori migliori, suddivisi a seconda dei loro reali meriti e delle professioni che svolgono.

Il trionfo della meritocrazia

Come si può intuire, per effetto del meccanismo delle recensioni, AppLavoro intende promuovere la meritocrazia in tutti i settori lavorativi: in questo modo si può dire addio, tra l’altro, a esperienze inventate e curriculum gonfiati in cui i candidati falsificano le proprie capacità e millantano di possedere competenze che in realtà non hanno.

Così come quando si tratta di scegliere un ristorante si fa riferimento alle recensioni trovate su Internet, lo stesso può avvenire nel mondo del lavoro. Un notevole gradimento verso AppLavoro, tra l’altro, è stato manifestato dal sito PMI, dalle testate giornalistiche Il Tempo, Libero Quotidiano, Adnkronos e dal portale istituzionale Cliclavoro.

L’applicazione può essere scaricata sia da Google Play che da App Store.

Massima tutela per gli utenti

Uno dei tratti peculiari del meccanismo, alla base di AppLavoro, è rappresentato dalla massima trasparenza che contraddistingue ogni dettaglio del procedimento. I candidati hanno la possibilità di rispondere alle varie recensioni sul loro conto, così da poter fornire giustificazioni e spiegazioni per gli eventuali giudizi negativi ricevuti.

Anzi, ai lavoratori viene suggerito di mostrarsi disponibili al dialogo, una peculiarità che viene sempre apprezzata dai responsabili delle risorse umane. Le recensioni anonime non sono – ovviamente – ammesse, così come non è consentito recensire aspetti che riguardano la sfera personale dei lavoratori. In ogni caso tutte le recensioni, prima di essere pubblicate, sono sottoposte a una dettagliata verifica da parte dello staff del sito.

Una novità in Italia

Un progetto tanto ambizioso costituisce un unicum e una novità assoluta nel nostro Paese. I diversi centri per l’impiego, sia a livello provinciale sia a livello regionale, hanno già fornito feedback positivi per AppLavoro e lo stesso vale per un’istituzione nazionale come ANPAL, a dimostrazione del fatto che in Italia c’è ancora spazio per la meritocrazia.