Selargius. Il 20 settembre nella Chiesa di San Giuliano l’omaggio a Kantor con “Il sentiero di K”

Riparte "Logos/Cortoindanza. Un ponte verso l'Europa" la rassegna internazionale di danza organizzata da Tersicorea e diretta da Simonetta Pusceddu. Il 20 settembre nuova tappa nella suggestiva Chiesa di San Giuliano a Selargius, con l'omaggio alla poetica di Tadeusz Kantor "Il sentiero di K". Replica il 22 settembre in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio.

Il 20 settembre riprende la rassegna internazionale “Logos/Cortoindanza. Un ponte verso l’Europa” diretta da Simonetta Pusceddu. Creazioni artistiche, residenze artistiche, danza, arte circense, teatro, arte visiva e cantieri itineranti nel luogo/logos che racconta, unisce e coniuga arte, spettacolo e memoria storica. Questa volta ad accogliere alle 21.00 il nuovo appuntamento che inaugura la seconda parte di questa edizione sarà la splendida chiesetta medievale di San Giuliano a Selargius (Via San Nicolò, 35). In scena la creazione “Il sentiero di K”, regia e coreografia di Simonetta Pusceddu, scrittura di Anthony Mathieu, per un omaggio alla bellezza e alla poetica di Kantor. “Una passeggiata sulla scena com in un cimitero, ricercando le tracce di questa vita che poco fa ci emozionava tanto” (Tadeusz Kantor). Lo spettacolo sarà replicato domenica 22 settembre alle 21.00, sempre nella suggestiva Chiesa di San Giuliano a Selargius, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio.

Un percorso nella memoria “kantoriana” popolata da legni, ferri vecchi arrugginiti, oggetti strappati alla morte, sospesi tra passato ed infinito, che il grande drammaturgo polacco amava definire poveri, senza dignità, in questa nuova versione tra sperimentazione e adattamento della pièce all’interno della chiesa romanica edificata tra il secolo XII e XIII, per dare voce al fascino del luogo, agli oggetti e agli interpreti. In scena Antonio Piovanelli e Anthony Mathieu (produzione Tersicorea, Italia).