Riassunto seconda giornata Serie A: vincono Inter e Juventus. Pareggio delle romane nel derby

Il riassunto in breve della seconda giornata di campionato. Archiviata la seconda giornata della stagione 2019/2020 di Serie A.

L’Inter vince in trasferta contro il Cagliari di Maran, mentre la Juventus conquista i tre punti in casa contro il Napoli allo scadere grazie a Koulibaly. Nel derby della capitale i pali fanno da padrona, non andando così altre l’uno pari. Bene il Verona, il Torino e il Parma che prendono i tre punti in trasferta. Infine ottengono la prima vittoria in campionato in casa il Milan di Giampaolo e il Bologna di Mihajlovic.

Bologna-Spal 1-0

L’anticipo del venerdì è al Dall’Ara di Bologna contro la Spal. La partita comincia con l’ovazione dello stadio per l’allenatore di casa, Sinisa Mihajlovic, appena dimesso dopo la prima sessione di chemio. La squadra rossoblù è stata padrona del campo per quasi tutta la partita, ma non ha mai violato la porta avversaria; ci tentano Poli e Tomiyasu nel primo tempo, mentre nel secondo soltanto un grande Berisha toglie l’esultanza del gol ad Orsolini. Sembrava così una partita destinata al pareggio, invece al 93′ Soriano trova il gol per i bolognesi.

Album di default

Milan-Brescia 1-0

La squadra di Giampaolo conquista la prima vittoria in stagione, seppur sofferta, in casa contro il Brescia. I rossoneri trovano subito il vantaggio al 12′ con Calhanoglu su cross di Suso, ma non riescono a raddoppiare nel corso del match. Sicuramente la sorpresa della partita è stata l’esclusione di Piatek dall’undici titolare al posto di Andre Silva. Meriti anche alla squadra di Corini che è stata dentro il match fino al novantesimo.

Juventus-Napoli 4-3

Una partita al cardiopalma allo Juventus Stadium tra le due contendenti per lo scudetto: Juventus e Napoli. La squadra allenata da Maurizio Sarri ha dominato il match per 60 minuti facendo anche tre gol (16° Danilo, 19° Higuain, 62° Ronaldo), ma dal 60esimo la partita è cambiata. Il Napoli nel giro di quattro minuti ha segnato due reti (66° Manolas, 68° Lozano), accorciando definitivamente le distanze all’81esimo con Di Lorenzo. Bonucci e De Ligt ancora non si trovano, aiutando così la rimonta dei napoletani. All’ultimo minuto, però, cambia di nuovo il tabellino dei marcatori: la Juventus vince grazie ad un autogol di Koulibaly.

Album di default

Lazio-Roma 1-1

Il Derby della Capitale che possiamo anche chiamare “il derby dei pali”, visto che le due squadre hanno colpito in tutto sei volte il palo (quattro per la Lazio, due la Roma). La partita si sblocca subito al 17′ con il rigore trasformato da Kolarov, dopo i due pali colpiti da Zaniolo e Leiva. Il giocatore giallorosso colpisce di nuovo il legno al minuto 28, dopo quelli presi da Immobile e Correa nel giro di un minuto. La migliore fase offensiva dei biancocelesti concretizza il gol del pareggio al 58′ con Luis Alberto. La Lazio ci prova fino alla fine a vincere la partita e soltanto la traversa toglie a Parolo ed alla sua squadra la gioia dei tre punti.

Atalanta-Torino 2-3

Una gara giocata a viso aperto dalle due squadre, con un contino capovolgimento del risultato. L’Atalanta parte bene e domina i primi 20 minuti di gioco, ma proprio nel momento migliore dei bergamaschi arriva il gol del Toro con Bonifazi al 24‘. La squadra di Gasperini ci mette subito una pezza trovando prima dell’intervallo il pareggio con Zapata. Il secondo tempo inizia con l’Atalanta in attacco; soltanto Sirigu è riuscito a tenere inviolata in quel frangente la porta. L’assedio porta però dei risultati con la rete al 54′ di Zapata. La squadra di casa non ha nemmeno il tempo di gioire, perché dopo appena tre minuti arriva il pareggio di Berenguer. Gasperini prova di tutto per vincere la partita, ma è il Toro a gioire: gol di Izzo al 66esimo. L’Atalanta prova inesorabilmente a trovare il pareggio, ma la partita è dei torinesi.

Genoa-Fiorentina 2-1

Il Genoa torna a vincere, mentre la Fiorentina non conferma le buone prestazioni viste contro il Napoli. La squadra di Andreazzoli parte bene e subito trova il gol all’undicesimo con Zapata. I rossoblù gestiscono bene il match tanto che trovano anche il raddoppio al 65′ con Kouamé. La Fiorentina ha riaperto la partita al 76′ con il rigore trasformato da Pulgar, ma non ha trovato il gol del pareggio. Sul finale palo di Chiesa.

Lecce-Verona 0-1

Sfida tra le due neopromosse vinto dalla squadra ospite. La Serie A torna dopo sette anni a Lecce, ma alla fine del match esulta il Verona di Juric. Dopo la pesante sconfitta contro l’inter la squadra di Liverani cerca il riscatto in casa, invece perde con il gol all’81’ di Pessina. Ancora nessun rete nella massima serie per il Lecce in questa stagione ed ora il calendario è ostico: i giallorossi dovranno affrontare nell’ordine Torino, Napoli, Roma, Atalanta, Milan e Juventus.

Sassuolo-Sampdoria 4-1

Brutta batosta per la squadra di Di Francesco al Mapei Stadium. L’uomo del match è di certo Berardi che segna una tripletta nel primo tempo contro una Sampdoria ancora in cerca della propria identità. La partita si complica ulteriormente alla fine dei 45′ con il rosso per il sampdoriano Vieira, che lascia così ulteriore spazio per il poker che arriva al minuto 47 con Traorè. Gol della bandiera per Quagliarella su rigore.

Udinese-Parma 1-3

Prima sconfitta casalinga per l’Udinese dopo un primo tempo in parità: al gol di Lasagna risponde Gervinho. Nella seconda frazione di gioco la squadra di d’Aversa dilaga con le reti di Gagliolo al 59′ ed Inglese al 75′.