È la sarda “INDÒRU-Boutique del Suono” a firmare la sigla e le musiche della nuova stagione di “Quante Storie”

"Quante Storie" è il programma televisivo di Rai 3 in onda dal lunedì al venerdì

Più informazioni su

La giovane realtà isolana composta dai musicisti sardi Emanuele Contis e Andrea Granitzio si conferma tra le più importanti aziende nazionali nella produzione di musica per la televisione.

Un altro importante traguardo impreziosisce il 2019 dei musicisti e compositori sardi Emanuele Contis Andrea Granitzio, che con la loro “INDÒRU – Boutique del Suono avvalorano la prolifica collaborazione con la Rai – Radiotelevisione Italiana producendo la sigla e le musiche per “Quante Storie, il programma quotidiano di Rai 3 dedicato ai libri, in onda dal lunedì al venerdì alle 12.25 con la conduzione del giornalista Giorgio Zanchini e la regia di Andrea Bevilacqua.

Nella rinnovata edizione 2019/20 il format (famoso per la conduzione negli anni precedenti affidata a Corrado Augias, affiancato dalla scrittrice Michela Murgia) si rinnova nell’impianto grafico e sonoro e affida, dunque, la produzione della sigla ai due musicisti isolani, con la preziosa collaborazione di Rai Com.

La sigla, che si caratterizza per il suo tema orecchiabile, semplice e diretto, è ispirata a materiale tematico originale precedente, ed è stata arrangiata e cucita su misura per vestire la nuova ripartenza editoriale, con una durata di 15 secondi, più i lanci video e i background.

“Stiamo collaborando con Roma, spesso per progetti RAI, ma anche con tutto il movimento artistico e produttivo legato al mondo del cinema e della televisione”, racconta Emanuele Contis. “Abbiamo grandi piani per tutto il 2020: concerti, installazioni, produzioni, eventi e collaborazioni con ospiti importanti in Italia e all’estero. Lavoriamo per cerchi concentrici, che si espandono dalla Sardegna, vanno verso Roma e Milano, passando per Maranello (Centro Stile Ferrari), per allargarsi verso Londra e Valencia, dove stiamo chiudendo delle collaborazioni importanti con altrettanto importanti aziende, poi Qatar con un meraviglioso progetto di internazionalizzazione tra Sardegna e Medio Oriente e infine Cina, dove da tempo abbiamo gettato le basi per i progetti che quest’anno andremo finalmente a finalizzare. Ma anche Colombia e Canada con le prossime produzioni ancora top secret.  La Sardegna non è una scelta casuale. E’ qui che vogliamo investire ed è qui che abbiamo scelto di far crescere e sviluppare la nostra azienda che si occupa di bellezza, di musica e arte, e ha bisogno di vivere e respirare in un luogo sano, unico e perfetto come la nostra terra.”

INDÒRU – Boutique del Suono, dopo aver prodotto le musiche per il format “Nuovi Eroi” (la cui sigla è stata realizzata in collaborazione con il trombettista Paolo Fresu), si conferma come giovane e solida realtà nel panorama nazionale, al fianco delle più importanti aziende che si occupano di produzione di musica per la televisione. Questo aspetto è avvalorato, inoltre, dalla recente collaborazione con “Presa Diretta”, altro format di successo in onda nella terza rete nazionale condotto da Riccardo Iacona, per il quale Contis e Granitzio (insieme ad altri due colleghi della HUB Indòru: Michele Busdraghi e Adriano Aponte) stanno attualmente componendo le musiche.

IL FORMAT – Quante Storie è un programma televisivo quotidiano di attualità, politica e cultura in onda su Rai 3. Un appuntamento collaudato, con una novità: a condurre la nuova edizione 2019/20 arriva il giornalista radiofonico Giorgio Zanchini. Il conduttore di Radio Anch’io, che raccoglie il testimone da Corrado Augias.

INDÒRU è una boutique del suono, una bottega di alta sartoria, pensata per cucire suoni e musica addosso alle immagini. Nasce dall’idea di Emanuele Contis, Andrea Granitzio e Alessandro Coronas ed è stata premiata con il primo premio come miglior startup innovativa, nel contest Scintille per l’anno 2016, nel corso del 61° Congresso Nazionale degli Ingegneri tenutosi a Palermo. La realtà nasce dall’esigenza di strutturare e organizzare meglio il settore legato alla produzione musicale, particolarmente sofferente in Italia a causa della scarsa comunicazione con il mondo del lavoro e con il fare impresa.

La musica è un prodotto e, come tale, deve avere un importante progetto di marketing e comunicazione alle sue spalle. INDÒRU è in costante crescita e i suoi progetti aumentano e diventano sempre più importanti e ambiziosi, a dimostrazione del fatto che stare in Sardegna è sempre meno un handicap per chi vuole fare impresa. A Pechino, nello scorso mese di gennaio, Indòru ha partecipato alla presentazione ufficiale dell’inno China Dream, scritta dal compositore cinese Hou De Jian e prodotta, arrangiata e orchestrata da Emanuele Contis e Andrea Granitzio. Dalla Cina a Maranello (passando per il Qatar), dove alcuni giorni dopo Granitzio ha tenuto una masterclass sul rapporto tra suono e forma presso il Centro Stile Ferrari. INDÒRU sarà presente alla prossima edizione del Festival internazionale del cinema di Berlino e attualmente lavora alla progettazione di installazioni sonore con prestigiosi studi di architettura. Imminenti, inoltre, le collaborazioni con l’Università di Cagliari e il Berklee College of Music. Una realtà viva e attiva, quindi, con piedi e cuore in Sardegna e la testa collegata con il mondo.

 

Più informazioni su