Cagliari. Dal 20 settembre sulla linea 7 viaggia “museo in transito”

Domenica 22 settembre 2019 CTM potenzia le corse della linea 7 Piazza Yenne – Castello

Più informazioni su

 “Una nuova livrea per il bus che transita a Castello e un potenziamento delle corse della linea 7 in occasione della chiusura al traffico del quartiere storico sono le iniziative che concludono la settimana europea della mobilità 2019 da parte di CTM – dichiara il Presidente Roberto Porrà.

E’ stata una settimana molto intensa  – continua il Presidente – che è iniziata con il Convegno sulla mobilità elettrica tenutosi al Parco di Monteclaro e che ha visto la città di Cagliari riconosciuta come un’eccellenza del trasporto elettrico. Durante questa settimana i cittadini dei comuni serviti da CTM  sono stati coinvolti alle fermate e sui mezzi, sui canali social dell’Azienda, in una serie di iniziative musicali e culturali che volevano evidenziare come viaggiare con il mezzo pubblico possa essere un’esperienza piacevole, sostenibile e di arricchimento personale”.

“Il progetto Museo in Transito è un progetto che CTM segue da alcune edizioni in collaborazione con le Scuole e con il coinvolgimento di  partners importanti, ma soprattutto dall’impegno di Monica Mariani, responsabile per la progettazione e direzione organizzativa, e di Maria Grazia De Vita per il coordinamento, alle quali va il mio ringraziamento a nome di CTM. Collaborare con le scuole e con gli studenti è per noi importante – termina Porrà – per il valore primario che attribuiamo all’educazione in generale, e all’educazione alla mobilità sostenibile in particolare”.

 Il progetto Museo in transito nasce con l’obiettivo di offrire agli studenti la sperimentazione di percorsi formativi orientati allo sviluppo di competenze specifiche nell’ambito dell’arte finalizzate ad accrescere la consapevolezza del patrimonio e della cultura locale.

Scuola, trasporto pubblico e collezioni pubbliche e private sono gli attori principali che danno vita a un laboratorio in rete con la città che in questi ultimi quattro anni ha coinvolto l’Istituto professionale Pertini, Il liceo artistico Foiso Fois, il liceo Dettori, la collezione Ingrao della Galleria Comunale di Cagliari, la collezione della Fondazione di Sardegna e la collezione privata Bartoli Felter. Inoltre la collaborazione con ANISA (Associazione Nazionale Insegnanti di Storia dell’Arte) ha supportato la ricerca nell’ambito dell’ educazione alle arti visive nelle scuole ai fini di sperimentare un metodo didattico per l’integrazione delle periferie urbane attraverso esperienze artistiche e storico artistiche e di cittadinanza attiva.

 Monica Mariani – Direttrice organizzativa del progetto dichiara “Dal 2018 il progetto si avvale della direzione artistica di Simona Campus e della collaborazione dell’ EXMA. In questi quattro anni il nostro obiettivo è stato quello di rendere i musei e i centri culturali luoghi adatti ad innescare processi di apprendimento nei giovani attraverso una modalità che consentisse al museo di uscire dal suo contesto abituale e acquisire nuovi spazi in luoghi inediti, bus e pensiline in tutte le edizioni hanno accolto le opere realizzate dai ragazzi”.

 “Nell’edizione di quest’anno – continua Monica Mariani – abbiamo pensato di dare inizio al progetto incentivando l’uso del mezzo pubblico come veicolo culturale e in funzione turistica, riunendo le opere dei ragazzi realizzate negli ultimi quattro anni nel progetto grafico della livrea della linea 7, realizzata dal grafico e writer Nicola Pusceddu, che prevede nelle sue fermate diversi punti di interesse della città.  Il progetto proseguirà per tutto il 2019 e parte del 2020 con l’integrazione del progetto nella programmazione didattica dell’EXMA rivolta ad adolescenti e giovani adulti e performance itineranti nei luoghi d’arte cittadini. I partner che hanno reso possibile la realizzazione dell’edizione 2019 sono la Fondazione di Sardegna, il CTM, la collaborazione con le scuole coinvolte, ANISA ed EXMA”.

Il Presidente Roberto Porrà continua: “ domenica 22 la linea 7, che collega il quartiere alla città, avrà la stessa frequenza dei giorni feriali (circa 30 minuti), ma, a rafforzare il servizio, nella fascia oraria dalle 9,00 alle 22,00, sarà attivato un percorso speciale che non farà l’anello nel quartiere Villanova.

Per la precisione da via Mazzini il bus del servizio speciale scenderà direttamente in viale Regina Margherita e proseguirà in via Roma verso il Largo fino al capolinea di Piazza Yenne, da dove ripartirà la corsa successiva.

Porrà conclude: sarà un servizio speciale più “corto”, dedicato al Castello, che si alternerà con il servizio ordinario della linea 7 raddoppiando le corse e conseguentemente dimezzando la frequenza. A bordo della linea 7 con la livrea Museo in Transito sarà presente una hostess che darà informazioni, venderà i biglietti e regalerà gadget per la promozione del trasporto pubblico.

Più informazioni su