Cagliari. Arrestato un pregiudicato per atti persecutori, danneggiamento aggravato e resistenza a PP.UU.

La segnalazione è stata fatta dalla donna 54enne, che aveva ricevuto la telefonata dall’ex compagno che le preannunciava la folle azione di dar fuoco all’abitazione. La donna ha, quindi, subito chiesto aiuto alla Polizia chiamando il 113 e dicendo di essere scappata dalla casa perché temeva ripercussioni da parte dell’uomo, che già aveva denunciato nei giorni scorsi. Sempre più preoccupata, la donna ha trattenuto il marito al telefono sino all’arrivo degli agenti.

Infatti, quando gli Agenti hanno raggiunto l’abitazione hanno visto che il portone d’ingresso era stato dato alle fiamme e una porta secondaria completamente divelta, mentre all’interno hanno trovato il responsabile, disteso comodamente sul letto, intento a parlare al telefono con la sua ex moglie.

Bloccato e identificato per P.A. pregiudicato di anni 51, è stato trovato in possesso di una pistola scacciacani priva di tappo rosso e tre accendini usati presumibilmente per appiccare il fuoco.

advertisement

Quando l’uomo è stato fatto salire sull’autovettura di servizio è andato in escandescenza danneggiando alcune parti del veicolo.

Condotto negli Uffici del Commissariato, è stato tratto in arresto per atti persecutori danneggiamento aggravato e resistenza a PP.UU.

Stamattina il processo con l’udienza per direttissima.