Alghero. Rassegna Internazionale Organistica: mercoledì Giulio Piovani in concerto

Docente di organo al Conservatorio "Canepa" di Sassari, Piovani eseguirà musiche di Bossi, Salomé, Hollins e Petrali. La rassegna è organizzata dall'Associazione Culturale Arte in Musica.

Prosegue ad Alghero con grande successo la XIX Rassegna Internazionale Organistica. Mercoledì prossimo 25 settembre alle 21 ancora una volta nel Duomo di Santa Maria l’organista Giulio Piovani sarà protagonista di un nuovo appuntamento in cartellone. La XIX Rassegna Internazionale Organistica è inserita nel cartellone del Festival del Mediterraneo 2019, organizzato e promosso dall’Associazione Culturale Arte in Musica, con la direzione artistica del maestro Antonio Mura. Tutti gli eventi della kermesse godono del contributo e del patrocinio della Regione Sardegna (Assessorato alla Cultura e Presidenza del Consiglio), delle Fondazioni “di Sardegna” e “Alghero” affiancate dal Comune di Alghero e dalle diocesi di Sassari e Alghero-Bosa.

Il concerto di Giulio Piovani, dal titolo “Quest’organo canta!”, è inserito nella Rassegna Internazionale Organistica che vede il maestro Ugo Spanu nel ruolo di coordinatore artistico. Saranno eseguiti: di Marco Enrico Bossi Piccola fanfara, Élévation, Op 94 n. 1, Noël, Op 94 n. 2 e Hosanna in excelsis; di Théodore Salomé Marche Gothique, Op 48 n. 1, Andantino, Op 48 n. 9, Epithalame, Op 48 n. 7; di Alfred Hollins Prelude in C, Spring song, A trumpet minuet; di Vincenzo Antonio Petrali Preludio per l’Epistola (dalla Messa Solenne in fa), Studio n. 3 (dal II Volume di Studi per l’Organo Moderno), Andante per l’elevazione in si b, Sonata in re maggiore.
L’ingresso è libero.

Giulio Piovani. Inizia giovanissimo gli studi musicali. Già laureato in Chimica presso l’Università di Pavia col massimo dei voti, nel 2005 consegue il Diploma in Organo e Composizione Organistica con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria, nella classe di Giuseppe Gai. Ha frequentato corsi di specializzazione con Marie-Claire Alain, Ludger Lohmann, Roberto Antonello e Massimo Nosetti, docente con cui si è perfezionato presso il Conservatorio “F. Ghedini” di Cuneo, ottenendo il Diploma Accademico di Secondo Livello in Organo e Composizione Organistica con la votazione di 110/100 e lode.

Ha ottenuto riconoscimenti in più concorsi nazionali ed internazionali, tra cui il 1° premio assoluto alla XII edizione (2007) del Concorso Nazionale “Città di Viterbo”, il 3° premio alla V edizione (2008) del Concorso Internazionale “Hermann-Schroeder-Preis”, il 1° premio assoluto (2° premio non assegnato) alla VII edizione (2010) del Concorso Nazionale “San Guido d’Aquesana”.

Nel 2010 è stato nominato Consulente Diocesano per la tutela del patrimonio organario per la Diocesi di Vigevano.
Dal 2011 è organista titolare della chiesa evangelica valdese di Milano.

Ha inciso l’opera integrale per organo di Vincenzo Antonio Petrali (1830-1889) per l’etichetta Tactus, composta da 6 CD + DVD, che ha ottenuto ampi consensi di critica (tra cui l’attribuzione di “5 diapason”), e l’opera integrale per organo di Felix Mendelssohn-Bartholdy (1809-1847), in 3 CD, per l’etichetta Brilliant classic, pure accolta più che favorevolmente dalla critica.

Attualmente è docente di Organo presso il Conservatorio statale di musica “L. Canepa” di Sassari.