A Sassari per la prima volta la 16^ edizione di Vini Buoni D’Italia

Per la prima volta la Sardegna ospita la più grande degustazione di vini italiani e istriani. Sono i migliori vini selezionati per la Guida Vini Buoni d’Italia, edita dal Touring Club Italiano. Per l’evento in programma sabato prossimo 28 settembre a partire dalle ore 10 nella sede della Camera di Commercio di Sassari, in via Roma, giunto alla 16esima edizione, sono stati degustati circa 27.000 vini da 21 commissioni regionali. Oltre 700 sono stati selezionati tra i migliori e nel corso delle finali premiati come vini “top” con la Corona, gli altri con la Golden Star, che  è pur sempre un bel riconoscimento, avendo superato tutti la soglia dei 90/100. Da qualche anno la Guida premia anche i migliori spumanti metodo classico, sempre ottenuti da vitigni autoctoni. La Guida è il vero polso della situazione vitivinicola italiana perché “guida” il lettore e gli appassionati alla scoperta di migliaia di vini, di piccole cantine spesso poco conosciute e delle cantine moderne con tecnologie d’avanguardia. Vini per tutte le occasioni, per tutti i palati e per tutti i portafogli. Il filo conduttore è sempre il vitigno autoctono. Negli ultimi anni si stanno finalmente riscoprendo le potenzialità  dei vitigni autoctoni sia dal punto di vista viticolo  sia da quello enologico. Per qualche decennio, soprattutto tra gli anni 80 – 90, abbiamo subito la moda dei vitigni internazionali, con la convinzione di fare vini importanti con nomi roboanti. I mercati mondiali, quelli importanti, ricercano la qualità e la specificità dei vini e i vitigni autoctoni giocano un ruolo importante perché sono espressione di un territorio, di una tradizione che  si esprime ai massimi livelli nelle terre di origine.

Non capita tutti i giorni di avere a disposizione una panoramica così vasta e qualificata di vini italiani e istriani: per la Sardegna è una grande opportunità per conoscere le altre realtà produttive, ma anche per capire le nostre potenzialità.

 
 

P R O G R A M M A

– ore 10.00    apertura e saluti del Presidente della CCIAA Gavino Sini

advertisement

– ore 11.00    Gilberto Arru presenta la Guida Vini Buoni d’Italia, l’unica Guida che valorizza i vini ottenuti esclusivamente da vitigni autoctoni.

– ore 12.00/19.30    apertura banchi d’assaggio. Oltre 700 vini in degustazione, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, selezionati in ogni regione da apposite commissioni di degustatori professionisti. Sono l’eccellenza dei vini italiani che hanno entusiasmato le commissioni per qualità, bevibilità, corrispondenza del vitigno, espressione del territorio. Tutti vini con una forte identità.

– ore 15.00    Seminario “I vini sardi nei mercati regionali, nazionali ed esteri. Potenzialità dei vitigni autoctoni“. Interverranno giornalisti del settore, distributori, enotecari e produttori.

 

– ore 17.00    proiezione reportage fotografico Madagascar e presentazione del progetto per la costruzione di una scuola di formazione professionale nei settori turismo (hotelleria, ristorazione), lingue (italiano, francese, inglese), sanità (formazione di personale infermieristico e ausiliario), agricoltura e artigianato.

 

– ore 20.00    chiusura lavori