Olbia: aumentano le adesioni alla “Fondazione per un mondo libero dalla droga”

Una persona che diventa volontario in una associazione potrebbe non rappresentare una notizia, considerato il fatto che ci sono davvero tante persone che, grazie alla loro opera di volontariato, risultano essere il vero carburante della macchina della solidarietà. Fa notizia invece il fatto che qualcuno assuma una posizione contro il consumo di qualsiasi droga, lo faccia mettendo il proprio volto per le strade ed orgogliosamente inizi a diffondere reali notizie sugli effetti devastanti che la droga ha sui consumatori e su coloro che li circonda.

Con le iniziative di distribuzione dei libretti informativi che la Fondazione sta effettuando, ciò che accade in molti casi è che persone che pensavano che la droga non avesse a che fare con loro, si ricredono, comprendono quanto questa sia diventata ormai tanto parte del nostro vivere da rappresentare una minaccia anche per chi non ne ha ami fatto uso.

La droga è l’elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale” disse il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard. Con queste parole ispirò la campagna di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e fece indirizzare gli sforzi di volontari, come quelli olbiesi, verso una vita che escluda totalmente gli stupefacenti, una vita, libera dalla droga.

advertisement

[foto id=”284966″]