Cagliari, Maran:”Senza Pavoletti dobbiamo cambiare il nostro gioco”

Il mister del Cagliari parla alla vigilia del match in casa contro l’Inter. Tanti temi toccati tra cui quello importante sull’infortunio di Pavoletti.

Tegola Pavoletti

L’argomento più caldo della conferenza stampa odierna è stato certamente quello dell’infortunio di Leonardo Pavoletti. Il giocatore non sarà disponibile per almeno tre mesi per curare la lesione al legamento e al menisco al ginocchio sinistro. L’allenatore del Cagliari prevede dei cambiamenti in merito all’impostazione di gioco dei rossoblù

advertisement

“Sappiamo tutti cosa rappresenta Leo per questa squadra. Ha determinate caratteristiche che, numeri alla mano, abbiamo sempre cercato di sfruttare: anche domenica scorsa siamo stati la squadra della Serie A che ha effettuato più cross. Senza di lui dobbiamo rivedere qualcosa, ma al di là dell’aspetto tecnico, mi dispiace moltissimo per il ragazzo: speriamo che possa tornare presto in campo”.

I nuovi acquisti

Gli infortuni di Cragno e Pavoletti hanno certamente messo in allarme la dirigenza rossoblù, che in poco tempo ha dovuto trovare dei validi sostituti. Questa settimana sono arrivati Giovanni Simeone e Robin Olsen che dovranno prendere il posto dei due infortunati. Maran ha commentato i nuovi acquisti

“Sono arrivati ieri due nuovi giocatori, stiamo cercando di conoscerli più in fretta possibile. Ieri hanno voluto allenarsi con noi, nonostante abbiano avuto una giornata campale, il che dimostra l’entusiasmo col quale affrontano l’avventura col Cagliari. C’è da lavorare tanto per procedere al loro inserimento in un telaio collaudato. Abbiamo fatto un ottimo mercato, la Società ha fatto il massimo: dopo l’infortunio di Leo è corsa subito ai ripari acquistando Simeone. Ora c’è da costruire la squadra, dobbiamo essere un’entità che rispecchi orgoglio e senso di appartenenza all’ambiente. Un blocco unico che non ha paura di affrontare niente e nessuno”.

L’Inter di Conte

Domani la squadra sarda dovrà affrontare l’Inter di Antonio Conte, reduce dalla vittoria netta contro il Lecce. Nonostante il clima in casa nerazzurra non sia dei migliori (situazione Icardi), Maran teme l’avversario.

“Con l’arrivo in panchina di Conte ha assunto in fretta una nuova identità forte. Il valore dei nerazzurri sia dal punto di vista tecnico che di squadra non si discute. Incontriamo una squadra che sarà tra le prime tre protagoniste del campionato”

Deciso il rigorista

L’allenatore del Cagliari ha sciolto la riserva sul rigorista rossoblù

“Non ci sono novità particolari. In teoria il primo rimane sempre Joao, ma non volevo dirlo”.