A Villacidro dal 22 al 29 Settembre, la trentaquattresima edizione del Premio Letterario Giuseppe Dessi foto

Procede a ritmi serrati il lavoro della Fondazione “Giuseppe Dessì”, organizzatrice del premio letterario con il Comune di Villacidro, patrocinato dell’Assessorato Regionale della Pubblica Istruzione, della Fondazione di Sardegna, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del GAL Linas Campidano.

Il premio intitolato a Giuseppe Dessì, uno degli appuntamenti letterari più attesi dell’isola, in programma a Villacidro, per la trentaquattresima edizione, da domenica 22 a domenica 29 settembre, si svilupperà in un fitto calendario con presentazioni di libri, concerti, mostre e laboratori.

La premiazione dei vincitori avverrà, sabato 28 settembre.

Quaranta appuntamenti animeranno il centro del Sud Sardegna dove lo scrittore sardo aveva le sue radici, con la presenza di ospiti d’eccezione, come, tra gli altri gli scrittori Enrico Galiano, Diego De Silva, Simona Sparaco, il cantautore Pacifico e la violinista Anna Tifu assieme al pianista Marco Schirru.

Le 351 opere pervenute alla segreteria del premio, di cui 239 per la Sezione Narrativa e 112 per la Sezione Poesia, saranno esaminate nei prossimi giorni dalla giuria che selezionerà tre finalisti per ciascuna delle due sezioni letterarie, i cui nomi verranno annunciati nel corso di una conferenza stampa prevista per i primi di settembre.

La qualificata commissione giudicatrice, presieduta da Anna Dolfi è composta da Duilio Caocci, Giuseppe Langella, Giuseppe Lupo, Stefano Salis, Gigliola Sulis, dal presidente della Fondazione Dessì Paolo Lusci, e, in un passaggio di testimone con Massimo Onofri e Mario Baudino, da due nuovi giurati: l’italianista Gino Ruozzi, dell’Università di Bologna, e la firma del quotidiano Il Giornale Luigi Mascheroni.

Agli stessi giurati spetterà il compito di proclamare e premiare i vincitori, che si aggiudicheranno i cinquemila euro in palio (agli altri finalisti andranno invece 1.5oo euro) e inseriti nel prestigioso albo d’oro del premio, che annovera tra i vincitori i poeti Elio Pecora, Maria Luisa Spaziani, Giancarlo Pontiggia, Alda Merini, Eugenio De Signoribus, Gilberto Isella, Gian Piero Bona, Alba Donati, Mariagiorgia Ulbar, Milo De Angelis, Maria Grazia Calandrone, Alberto Bertoni e gli scrittori Sandro Petroni, Nico Orengo, Laura Pariani, Salvatore Mannuzzu, Marcello Fois, Michela Murgia, Niccolò Ammaniti, Salvatore Silvano Nigro, Antonio Pascale, Maurizio Torchio, Edgardo Franzosini, Carmen Pellegrino, Sandra Petrignani.

Anche quest’anno, ci saranno altri due riconoscimenti, il Premio Speciale della Giuria (sempre dell’importo di cinquemila euro) e il Premio Speciale della Fondazione di Sardegna.

Il Premio speciale della giuria, attribuito a un autore o a un’opera di vario genere letterario, in passato è andato a esponenti della società o della cultura italiana come Luigi Pintor, Sergio Zavoli, Alberto Bevilaqua, Arnoldo Foà, Francesco Cossiga, Marco Pannella, Piero Angela, Ascanio Celestini, Mogol, Philippe Daverio, Toni Servillo, Piera Degli Esposti, Salvatore Settis, Remo Bodei ed Ernestro Ferrero.

Il premio speciale della Fondazione Sardegna, invece, che viene assegnato a una personalità del panorama culturale o artistico è stato istituito per il terzo anno consecutivo dal consiglio d’amministrazione della Fondazione Dessì con la Fondazione di Sardegna. Lo psichiatra Vittorino Andreoli e il giornalista Ferruccio De Bortoli sono stati i vincitori nella scorsa edizione.

Altre informazioni sul trentaquattresimo premio Dessì sono disponibili sulla pagina Facebook e nel sito della Fondazione Dessì, mentre la segreteria organizzativa risponde ai numeri 0709314387, 3474117655, 3406660530, e all’indirizzo di posta elettronica fondessi@tiscali.it.
www.fondazionedessi.it