Riunione del Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica

Si è tenuta questo pomeriggio di mercoledì 19 luglio in Prefettura una riunione del Comitato Provinciale per l’ordine e la Sicurezza Pubblica presieduta dal Prefetto Bruno Corda, alla quale sono intervenuti, oltre al Sindaco del Cagliari Paolo Truzzu, i vertici delle Forze di polizia, il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco ed un rappresentante della Capitaneria di Porto, nonché il Comandante ed il Vice Comandante della Polizia Municipale.

Nel corso del Comitato, è stato effettuato un esame approfondito della condizione dell’ordine e della sicurezza pubblica in sede locale, con particolare alla situazione esistente in alcuni quartieri cittadini reputati maggiormente a rischio di fenomeni di degrado.

Dopo una prima analisi dei dati statistici, da cui è emerso un complessivo calo del numero dei reati rispetto agli anni passati anche per quanto attiene alla criminalità urbana, i lavori si sono anzitutto concentrati su una programmazione delle attività da porre in essere sul territorio nel prossimo periodo, stabilendo una scala di priorità rispetto alla quale si è registrata una completa unità di intenti, nella condivisione degli obiettivi da raggiungere per garantire migliori condizioni di sicurezza per i cittadini.

advertisement

Nel contesto, è stata condivisa la considerazione che la sicurezza, così come la sua percezione, si basano su molteplici fattori: accanto alla prevenzione ed al contrasto dei reati, si è ritenuto necessario implementare anche gli strumenti che consentono di contrastare i fenomeni di degrado urbano. Le suddette azioni potranno essere favorite anche dalla concreta attuazione degli strumenti forniti dalle recenti normative rivolte, appunto, al contrasto dei fenomeni di criminalità e di degrado urbano.

Inoltre, nell’ambito della c.d. “sicurezza partecipata” verranno coinvolte anche le Associazioni di categoria, che forniranno un importante contributo nel perseguimento delle comuni finalità.

Le operazioni di prevenzione e contrasto da porre in essere sul territorio saranno sistematicamente concertate fra le Forze di polizia e Polizia locale; ogni situazione di criticità sarà poi nuovamente esaminata in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, che potrà essere attivato anche a richiesta del Sindaco. Particolare attenzione è stata riservata, inoltre, alle azioni di contrasto dell’abusivismo commerciale, che già nel recente passato ha visto poste in essere numerose operazioni della Polizia locale e delle Forze di polizia, che saranno ulteriormente implementate nel prossimo periodo.

I partecipanti hanno infine concordato sulla necessità che tutto quanto verrà programmato dovrà trovare la partecipazione unitaria delle Forze di Polizia e della Polizia locale nell’ambito delle rispettive competenze istituzionali: