Quartu Sant’Elena: Cittadinanza Sardegna contro l’Amministrazione comunale

L’incidente mortale accaduto ieri a Quartu Sant’Elena (CA) è la punta dell’iceberg.

Sono anni che singoli cittadini e/o gruppi di cittadini denunciano con tutti i mezzi:

– attraversamenti pedonali inesistenti o invisibili;

– buche stradali e asfalto non ripristinato;

– impianti d’illuminazione spenti;

– impianti semaforici spenti e inutilizzati da molti anni e non smantellati;

– marciapiedi inaccessibili ai disabili e non solo;

– carenza dei vigili urbani per la regolamentazione del traffico cittadino sempre più caotico e critico, dopo la chiusura del viale Colombo in direzione viale Poetto.

Come Cittadinanzattiva Sardegna riteniamo che vadano ricercate le responsabilità in seno all’Amministrazione Comunale.

Attendiamo e seguiamo con attenzione l’accertamento dei fatti accaduti, pronti ad agire anche con azioni di tutela diretta, legali e processuali, in collaborazione con il Comitato dei Quartieri giuridicamente e legalmente riconosciuto nella persona del suo presidente, Mario Sotgiu.