Oristano: concluso il ciclo di assemblee pubbliche nelle frazioni

Con l’incontro di venerdì a Tiria e San Quirico si è concluso il consueto ciclo di assemblee pubbliche del Sindaco Lutzu e della Giunta comunale nelle frazioni.

Nelle ultime due settimane il Sindaco e gli Assessori hanno incontrato decine di cittadini per aggiornarli sugli impegni del Comune nelle frazioni, ma soprattutto per sentire dalla loro voce le esigenze, i problemi e stabilire in quale modo indirizzare meglio l’azione dell’amministrazione comunale a favore delle singole comunità: “È stato un confronto aperto – osserva il Sindaco Lutzu -. Abbiamo ascoltato la voce di tutti, aprendoci alle critiche e ai suggerimenti. Incontrare periodicamente i residenti delle frazioni era un impegno che avevamo assunto in campagna elettorale e che intendiamo onorare senza nascondere i problemi, ma anche portando risultati concreti. A cominciare dagli interventi già eseguiti e quelli da realizzare per le strade: la Presidenza del Consiglio dei ministri ha concesso al Comune 130 mila euro che intendiamo destinare esclusivamente alla manutenzione delle strade delle frazioni. Superati i ritardi che l’hanno accompagnato è pronto a partire anche il programma Lavoras che prevede numerosi interventi di manutenzione nelle frazioni”.

A Torre Grande il Sindaco ha portato la buona notizia dell’avvio dell’attività del medico di famiglia, ha ricordato l’apertura della farmacia e del bancomat e l’impegno per la pulizia della spiaggia, ma anche del prossimo avvio dei progetti inseriti nella programmazione territoriale a cominciare dal rifacimento del lungomare. “Si è parlato anche di usi civici, un tema caldo che interessa centinaia di famiglie oristanesi con proprietà in città ma anche nelle frazioni – evidenzia Lutzu -. È un problema diffuso in tutta l’isola, ma nessuno, a parte forse Alghero, lo sta affrontando con la nostra stessa determinazione. Abbiamo convocato una conferenza di servizi con la Regione e tutti gli enti interessati per venire a capo di un problema di grandissima rilevanza”.

A Nuraxinieddu e Massama la buona notizia è stata quella della presa in carico da parte del Comune del tratto della nuova 292 che attraversa i due centri abitati: “Questo tratto sarà considerato traversa urbana e grazie a questo impegno potranno essere salvaguardati decine di accessi alle proprietà private” ha detto il Sindaco. I cittadini hanno chiesto maggiore attenzione per le manutenzioni di strade urbane e di campagna, marciapiedi e verde pubblico, illuminazione pubblica e cimiteri.

Usi civici, Piano di assetto idrogeologico, strade e manutenzioni al centro dell’assemblea di Silì dove è stata annunciata la prossima apertura della ludoteca al termine dei lavori di ristrutturazione. Numerose le richieste di intervento per le disinfestazioni, sollecitazioni che gli assessori hanno raccolto per girarle alla Provincia che ha competenza diretta su questo tema.

A Donigala grande attenzione sulla sicurezza della SS 292. Il Comune punta a un finanziamento per la riqualificazione e la messa in sicurezza del principale asse viario della frazione e per la realizzazione di attraversamenti pedonali sicuri. Finiti i lavori di ristrutturazione è prossima la riapertura della ludoteca comunale. Anche qui confronto sulle manutenzioni delle strade di campagna e di quelle urbane, marciapiedi, verde pubblico, illuminazione pubblica, toponomastica e cimitero, ma anche del vecchio campo sportivo per dare seguito a un progetto promosso negli anni passati.

Sistemazione della strada danneggiata dal maltempo dello scorso anno a Tiria e San Quirico, ma anche usi civici e una campagna di manutenzione straordinaria attraverso il progetto Lavoras e soprattutto un aggiornamento informativo sulla controversa vicenda dell’impianto della Solar power che dopo la ferma opposizione dei residenti e dei comuni di Oristano e Palmas Arborea sembra destinato a non essere realizzato.