A Torre Grande dal 25 al 28 luglio arriva la Festa del Gusto

Da giovedì 25 a domenica 28 luglio il Lungomare di Torre Grande ospita la FESTA DEL GUSTO.

Tutti i giorni, dalle 18 a mezzanotte, spazio allo street food con i prodotti enograstronomici e dell’artigianato internazionale.

La Festa del gusto è un tour che ha preso il via il 7 giugno a Cagliari e dopo aver toccato Alghero, Olbia, Tortolì, San Teodoro, Muravera e Siniscola arriva a Torre Grande per animare il lungomare, anche con spettacoli cubani, brasiliani e country, nelle calde serate dell’ultimo scorcio del mese di luglio.

Le prime tappe del tour hanno riscosso un grande successo – osserva l’Assessore al Turismo del Comune di Oristano Stefania Zedda -. Lo street food richiama sempre più appassionati e la formula proposta che punta a far conoscere i piatti e i prodotti di tutto il mondo sono certa che sarà molto apprezzata a anche a Torre Grande. Lo Street Food non è solo una moda, ma è un nuovo modo di interpretare il rapporto di una cultura con il proprio cibo, con le proprie radici. La Festa del gusto riunisce decine di cuochi di strada provenienti dalla Sardegna, da numerose regioni italiane e da altre nazioni per far gustare le loro pietanze in formato street food. Lo faranno nel pieno rispetto della tradizione, cucineranno a vista, tra le altre cose, la paella spagnola, l’asado argentino, i cannoli siciliani, la cucina made in Usa, lo sprint dei veri cocktail cubani e la focacceria ligure”.

Ecco alcuni dei protagonisti: dalla Spagna la paella cucinata dal madrileno Josè, dall’Argentina vari tipi di arrosti tra cui l’Asado di Ricardo Torres e Miguel Sanchez, dalla

Sardegna gli squisiti arrosti tipici di maialetto e pecora, dalla Sicilia gli arancini, le cassattine dei maestri Accetta e i famosi cannoli siciliani, dalla Puglia la vera Puccia Salentina di Zi Esterina, dalla Liguria la focacceria ligure con la migliori specialità regionali e poi prodotti tipici umbri, pugliesi, sardi e abruzzesi, ma anche quelli americani.

Le serate saranno accompagnate dagli spettacoli di Juan Felix Chatterlain e Jose Montes da Cuba, Mamo e Maria Factum dal Brasile e dal grande flamenco spagnolo.