A Cagliari la XII edizione del Festival “Giardini Aperti”

Più informazioni su

Tra arte e natura per la XII edizione del Festival “Giardini Aperti” organizzato da Abaco Teatro – con la direzione artistica di Rosalba Piras e Tiziano Polese – in programma a Cagliari tra luglio e agosto tra il Parco Siro Vannelli e il Parco Colle San Michele – con incursioni nei diversi quartieri della città – veri e propri “Flash Mob” a sorpresa tra il 22 e il 25 luglio per una sorta di “anticipazione” degli spettacoli e delle performances in cartellone “en plein air” negli spazi verdi del capoluogo dell’Isola.

Fin dal titolo “Giardini Aperti” rivela l’intento di far (ri)scoprire ad abitanti e turisti quegli angoli preziosi dove la natura trionfa tra alberi e prati, laghi e fontane, paesaggi incantevoli incastonati tra le case e i palazzi della moderna area metropolitana in cui è possibile ritrovare la quiete e il silenzio, il gusto di una passeggiata e la libertà dei giochi infantili – ma anche la cornice perfetta per raffinate e emozionanti mises en scène – nel rispetto dell’ambiente e dell’identità dei luoghi.

Giardini Aperti”

Ideale preludio al XII Festival “Giardini Aperti” il progetto “Karalis in Mare in Cielo in Terra – Il Viaggio di un nuovo Ulisse” di AbacoTeatro, inserito nel programma di CagliariPaesaggio 2019 con uno spettacolare trittico – dal 19 al 21 luglio – dedicato all’eroe greco, tra le mille peripezie e gli straordinari incontri sulla rotta verso Itaca e laboratori multidisciplinari di teatro e danza e prove di immersione con tanto di “coda da sirena” in una sorta di fantastica e giocosa “metamorfosi”. Focus su «Ulisse, il viaggiatore eterno, colui che trova nemici, insidie ma anche soccorso e ospitalità nel tormentato ritorno a casa» quasi un simbolo e un precursore dei moderni migranti – in fuga da guerre, carestie e persecuzioni con una valigia piena di sogni e la speranza di un futuro migliore. Il mito si mescola all’attualità in un progetto che si affida al teatro e alla danza per rappresentare l’incontro-scontro fra civiltà e le potenzialità dell’accoglienza in una città – e in un’Isola – da sempre crocevia di popoli e culture nel cuore del Mediterraneo.

Primo capitolo – “In Mare”: si parte venerdì 19 luglio alle 18 dalla spiaggia del Poetto – all’altezza della quarta fermata – di fronte a L’Oasi con “Ulisse e le Sirene – Naufragio sull’Isola dei Feaci – Nausica e le ancelle” con Tiziano Polese nel ruolo del protagonista, la danzatrice Chiara Ciscì & Fleurs Du Desert Group, le sirene di SubAquaDrive e Nautica sas, oltre alle launeddas di Symponia e agli aquiloni di Kalam in una coinvolgente sequenza di performances itineranti fra teatro, musica e danza e evoluzioni acquatiche.

Secondo capitolo – In Cielo: sulla terrazza del Bastione di Saint Remysabato 20 luglio alle 18 – la storia di “Ulisse nell’Isola di Calipso” tra la tentazione dell’immortalità e la nostalgia della patria rivive attraverso le parole di Rossana Copez (autrice del testo e voce narrante) con Tiziano Polese (Ulisse) e le danze di Chiara Ciscì & Fleurs Du Desert Group, gli artisti di Abraxa Teatro e i musicisti di Symponia.

Infine il terzo capitolo – In Terra: domenica 21 luglio alle 18 l’area archeologica di Sant’Eulalia diventa teatro per un inedito “Ulisse nell’Inferno dantesco” nell’interpretazione di Tiziano Polese con la regia di Rosalba Piras (produzione AbacoTeatro) sulle tracce del sommo poeta che fa dell’astuto condottiero degli achei l’emblema dell’inesauribile sete del sapere e del desiderio di spingersi oltre i propri limiti – perfino a costo della vita.

“Karalis in Mare in Cielo in Terra” prevede anche percorsi laboratoriali fra teatro e danza dal 15 al 18 luglio nello Spazio Abaco di Monserrato mentre le immersioni con code da sirena si svolgeranno gratuitamente per chi vorrà cimentarsi, martedì 16 luglio al Poetto con SubAquaDrive e Nautica sas.

XII  Festival Giardini Aperti

Il XII Festival Giardini Aperti inizierà per le vie di Cagliari – tra lunedì 22 e giovedì 25 luglio la città sarà animata dalle performances degli artisti in forma di Flash Mob – poi la kermesse  entrerà nel vivo con tre intense giornate – dal 26 al 28 luglio – al Parco Siro Vannelli nel quartiere Fonsarda: ogni sera un doppio appuntamento con uno spettacolo di teatro ragazzi e una pièce dedicata al pubblico adulto.

Ouverture fantastica e “gustosa” venerdì 26 luglio alle 18 con “Cavoli! La Frutta” Chi mangia sano arriva ben lontano” de Il Crogiuolo, un viaggio a misura di bambini e famiglie per un approccio divertente ma anche istruttivo verso una corretta alimentazione in compagnia degli animali della fattoria.  S’intitola “Vite Sospese” lo spettacolo di Animus Teatro in programma sempre venerdì 26 luglio ma alle 19 per un’indagine sull’universo femminile fra ricordi ed emozioni, intime confidenze e inattese complicità che mettono in luce affinità e differenze insieme alla fondamentale capacità di comprendere e immedesimarsi nel dolore come nella felicità altrui.

Giardini Aperti”

Un coinvolgente “Rodari… per tutto l’anno!” firmato Teatro del Segno con Alessandra Leo e Stefano Ledda sabato 27 luglio alle 18 per un “viaggio tra le pagine” di uno dei più grandi scrittori per l’infanzia, tra favole e filastrocche, letture e musiche in cui i bambini diventano protagonisti.  Il Teatro d’Inverno metterà in scena sabato 27 luglio alle 19 una versione originale di “ITIS Galileo” di Marco Paolini per un ritratto a tutto tondo di Galileo Galilei tra intuizioni e invenzioni e note biografiche: un avvincente e dissacrante monologo su una materia complessa e ostica ai più, tra riferimenti all’attualità e all’importanza del pensiero scientifico nel terzo millennio.

Si ispira al fortunato romanzo di Carlo Collodi “Pinocchio e le 5 monete d’oro” de La Bottega dei Teatranti in scena domenica 28 luglio alle 18 per rivivere una delle più significative e pericolose avventure del famoso burattino alle prese con gli inganni del Gatto e della Volpe, decisi a sottrargli il suo piccolo tesoro. Spazio poi a “Sketch!!!” della Compagnia Gli Idioti Intelligenti (produzione Pinocchio Dance) tra il teatro all’improvviso della commedia dell’arte e la rivisitazione in chiave contemporanea delle tipiche maschere italiane – che assumono una inedita connotazione “sarda” fino allo stile trasgressivo della moderna comicità americana.

Il XII Festival Giardini Aperti proseguirà – dal 2 al 4 agosto – al Parco San Michele con le performances degli artisti partecipanti al  Concorso Città di Cagliari “Arte & Natura” 2019 in apertura delle prime due serate (alle 18) mentre la terza e ultima è prevista l’esibizione dei finalisti e premiazione dei vincitori  – brevi “pezzi” di teatro a tema libero, inediti o estratti da precedenti lavori, senza limiti d’età (ma ad alto tasso di sensibilità ambientale, gradita ma non obbligatoria)  che faranno da  prologo a concerti e spettacoli fra teatro di strada e nouveau cirque, musica e danza.

La magia del circo tra clownerie e acrobazie con “Hop! Hop! Hoplà!!!” del Teatro del Sottosuolo in cartellone  venerdì 2 agosto alle 19 – dopo i primi semifinalisti del concorso – con tutta l’immediatezza e freschezza di un’arte popolare capace di sorprendere, emozionare e far sorridere grandi e piccini.

Omaggio a Gabriella Ferri sabato 3 agosto alle 19 – dopo l’esibizione degli altri semifinalisti – con “Gabriella… Sempre”, il concerto spettacolo di OfficinAcustica con l’attrice e cantante Anna Lisa Mameli e la direzione musicale di Corrado Aragoni, un recital che intreccia la storia e le canzoni dell’artista icona della tradizione romanesca (e non solo).

Infine a chiudere in bellezza il Festival Giardini Aperti 2019 sabato 4 agosto alle 19 dopo la finalissima del concorso e la premiazione dei vincitori – sarà il suggestivo “Flamenco!” di Marc Aurelio, danzatore e coreografo di fama internazionale, protagonista insieme con il suo ensemble, con la partecipazione straordinaria di Tiziano Polese: «una Suite di Danze a ritmo del “compás” che scandisce i battiti del cuore con i colori di un’anima passionale e universale che sente, gioisce, soffre, ama e sublima il proprio vissuto danzando».

Il XII Festival Giardini Aperti come negli scorsi anni comprenderà al suo interno il Concorso Città di Cagliari “Arte & Natura” 2019 per la promozione e valorizzazione dei nuovi talenti della scena con una giuria qualificata formata da: Maria Grazia Caligaris (giornalista e Presidente dell’Associazione Diritti e Riforme), Rossana Copez (scrittrice e drammaturga), Antonello Lai (direttore e giornalista Tv TCS), Giuseppina Ragucci (critica teatrale, archeologa, direttrice della pagina Recensendo), Rosalba Piras (attrice, regista e musicista).

Il Festival sarà impreziosito da mostre “estemporanee” di dipinti, sculture e maschere e installazioni di artisti contemporanei – trasformate all’occorrenza in scenografie per gli spettacoli e le performances – a sottolineare il dialogo tra le diverse arti e tra uomo e natura nel segno della bellezza.

La dodicesima edizione del Festival Giardini Aperti è organizzata da Abaco Teatro con il patrocinio e il sostegno dell’Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport della Regione Sardegna e dell’Assessorato alla Cultura e Verde Pubblico del Comune di Cagliari, della Città Metropolitana– e con Karalis In Mare in Cielo in Terra si inserisce nel ricco programma di CagliariPaesaggio 2019.

Il Festival Giardini Aperti 2019 è realizzato grazie a preziose sinergie e partenariati, in particolare AbaMas – ATI per le arti che riunisce Abaco e La Maschera, con RadioSintony come media partner e in collaborazione con la Coop. sociale Il Sicomoro, con le danzatrici del Fleurs du Desert Group, L’Accademia, la Subacquea Dive e Nautica sas, le associazioni culturali NudiCrudi, Symponia e lo Xuan Wu Institute.

Più informazioni su