A Cabras FLAG Pescando organizza il workshop Acquacoltura, le sfide della sostenibilità e le prospettive per il futuro

Il workshop si terrà il 24 Luglio 2019 alle ore 17:30 presso la sede del FLAG Pescando, in Corso Italia 108 a Cabras

Il FLAG Pescando, nell’ambito del progetto Maristanis (progetto coordinato dalla fondazione Medsea) con la collaborazione dell’Agenzia LAORE e dell’International Marine Centre (IMC), organizza un workshop dal titolo Acquacoltura, le sfide della sostenibilità e le prospettive per il futuro.

Il workshop si terrà il 24 Luglio 2019 alle ore 17:30 presso la sede del FLAG Pescando, in Corso Italia 108 a Cabras.

Cabras-Flag Pescando-Workshop

Il tema dell’acquacoltura sostenibile è di grande attualità, se si pensa che al giorno d’oggi di tutto il pesce che finisce sulle nostre tavole, la metà proviene da impianti di allevamento.” Spiega Alessandro Murana, Presidente del FLAG Pescando, che coordinerà i lavori. “Gli investimenti in questo settore possono essere una grande opportunità per le imprese locali, anche considerando che possono usufruire di specifici aiuti economici del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca.” “Quando l’acquacoltura abbraccia i criteri della sostenibilità, può contribuire da un lato a risolvere i problemi legati al degrado degli stock ittici e dall’altro ad incrementare il valore della filiera” afferma Mauro Tuzzolino, direttore del FLAG e fra i relatori del laboratorio. “Per questo abbiamo pensato all’organizzazione di un confronto aperto fra operatori del settore, tecnici e ricercatori, nello spirito di una partecipazione larga che supporti le azioni di sviluppo del nostro territorio.”

Il workshop prevede gli interventi di Alessandra Pinna, assessore alla pesca del Comune di Cabras, Francesca Frau, di Medsea, responsabile della strategia marina del progetto Maristanis, Gaspare Barbera, biologo di esperienza internazionale nel campo, Iolanda Viale, referente dell’Agenzia LAORE Sardegna per lo sviluppo delle filiere ittiche, e Paolo Mossone, direttore dell’International Marine Centre (IMC).

La partecipazione è pubblica e gratuita.