Iglesias-Carla Cuccu (M5S) si muove per restituire la dignità al settore sanitario

Il 24 giugno prossimo la visita dell'assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu a Iglesias per fare il punto sull'emergenza sanitaria su richiesta degli amministratori del territorio.

La Sanità di Iglesias, che grazie ai suoi tre nosocomi (Preventorio, C.T.O. e Santa Barbara) vantava una lunga storia di eccellenza regionale e nazionale, deve essere messa in grado di poter nuovamente garantire i servizi di un tempo, e di poter soddisfare le esigenze di un territorio vasto e complesso. Il Preventorio, nonostante fosse stato concepito con criteri d’avanguardia, sia per quanto riguarda la struttura, la posizione e le professionalità in campo, oggi è purtroppo, sede della Forestale anziché eccellenza sanitaria. Nonostante i soldi pubblici spesi per la ristrutturazione del C.T.O. inoltre, questa non è stata ancora portata a termine. Ad aggravare la situazione si aggiungono le rovinose condizioni dell’Ospedale Santa Barbara, in decadenza e smantellamento. Auspico che alla Sanità dell’iglesiente venga restituita al più presto la dovuta dignità, e porto la mia solidarietà a tutti gli operatori del settore che quotidianamente si sacrificano per lavorare al meglio nonostante le innumerevoli criticità da affrontare”.

Così la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Carla Cuccu, segretaria della VI Commissione Sanità, interviene alla luce delle ultime notizie in merito alla situazione sanitaria dell’iglesiente.

Per Carla Cuccu: “Oggi più che mai è necessario garantire i servizi e le prestazioni sanitarie come DEA di primo livello, già indicate dalla legge. La Sanità regionale deve essere riprogrammata tenendo conto delle esigenze del territorio. I presidi sanitari di Iglesias sono indispensabili sia per gli iglesienti che per i cittadini dei paesi limitrofi, i quali riescono a raggiungere più agevolmente la cittadina rispetto al capoluogo. Non dobbiamo inoltre dimenticare la vocazione turistica della zona. Siamo alle porte della stagione estiva e occorrono soluzioni per poter garantire un livello di prestazioni soddisfacente”.

Anche oggi – prosegue la segretaria della Commissione Sanità – la stampa ci ricorda che a Iglesias è ancora in vigore il week surgery con sospensione di ricoveri e interventi nel fine settimana, che il numero di medici e infermieri è esiguo e la strumentazione datata. Tutto ciò è inaccettabile”.

Dunque è prevista per il 24 giugno prossimo la visita dell’assessore regionale alla Sanità Mario Nieddu a Iglesias.

In tale occasione Nieddu incontrerà l’amministrazione comunale presieduta dal sindaco Mauro Usai per fare il punto sull’emergenza sanitaria, su richiesta degli amministratori del territorio.