Gallipoli. Un centro di alta formazione nazionale per lo sport e le attivita’ naturalistiche

Nasce nel Salento un Centro di Formazione Nazionale per implementare progetti di sviluppo dello sport in molte delle sue declinazioni: sport di mare e di terra come vela, bike, orienteering, windsurf e tanto altro ancora.

Nasce nel Salento un Centro di Formazione Nazionale per implementare progetti di sviluppo dello sport in molte delle sue declinazioni: sport di mare e di terra come vela, bike, orienteering, windsurf e tanto altro ancora. I giusti ingredienti per promuovere il territorio pugliese che utilizzando i suoi attrattori naturalistici, mare, parchi e riserve naturalistiche, si pone come luogo di eccellenza per la formazione e l’aggiornamento di tecnici e operatori nel settore del turismo sportivo.

E’ stata una visione lunga e ben articolata quella che ha portato la FIEFS (Federazione Italiana Educatori Fisici e Sportivi), associazione benemerita del Coni, accreditata dal MIUR, e la FLOR T.O., Tour Operator con sede a Firenze e specializzato in turismo giovanile e della terza età, a realizzare questo progetto. L’Ecoresort Le Sirenè a Gallipoli, sarà la location giusta per realizzare un centro di alta formazione grazie alla collaborazione del network alberghiero e turistico Caroli Hotels.

“Questo progetto permetterà diverse opportunità per il territorio salentino e pugliese per quanto riguarda un turismo destagionalizzato di qualità, con enormi ricadute sull’intero indotto del territorio – sostiene il professor Fernando Vantaggiato, docente di Scienze Motorie e Sport, ispiratore del progetto – in quanto permetterà di accogliere nel Salento ma poi anche in Puglia, operatori del mondo delle scienze motorie e sportive provenienti da tutta Italia”.

Progetti di formazione e aggiornamento su temi relativi a varie discipline sportive (fondamentalmente praticate in ambiente naturale), su temi innovativi riguardanti non solo la gestione dell’attività motoria e sportiva ma anche l’organizzazione di eventi, l’integrazione sociale e la cultura attraverso lo sport, gli stili di vita salutogeni perciò generatori di salute con un’incidenza sulla qualità della vita, la crescita economica e il miglioramento dell’habitat urbano e naturalistico. “Una grande opportunità per il territorio – conclude Vantaggiato – che si continua ad organizzare per fare sistema e rendere la Puglia competitiva a 360 gradi”.

Tra gli obiettivi educativi e formativi: formare ed aggiornare gli insegnanti ed i tecnici sulle competenze motorie, metodologie e didattiche peculiari allo sport in ambiente naturale, sani stili di vita o altro inerente alle tematiche preventivamente concordate, con iniziative (convegni, seminari, stage, campus) a carattere locale e nazionale; avvicinare gli studenti concorrendo a svilupparne le competenze motorie e quelle psicologiche e cognitive; sensibilizzare i giovani ai valori fondamentali ed ai principi educativi dello sport, concorrendo alla consapevolezza delle proprie potenzialità fisiche e psicologiche, mediante la lealtà, il gioco di squadra ed il rispetto di schemi e tattiche di gioco; promuovere e diffondere la conoscenza dello
sport in ambiente naturale, la conoscenza del territorio e la cultura dello sport, anche attraverso campagne promozionali congiunte, iniziative educative ed eventi; valorizzare l’efficacia dello sport per la promozione di corretti stili di vita, tutela della salute e opposizione al doping, nel pieno rispetto delle norme in materia; iniziative per i Docenti della Scuola Materna e Primaria ai fini dell’attestazione per la qualifica di istruttori sportivi nell’ambito dell’esercizio delle loro funzioni scolastiche.