Dorgali: Per la Cantina Berritta ancora quattro medaglie Gilbert & Gaillard

Per la Cantina Berritta e i suoi vini nati nel territorio di Dorgali arrivano nuovamente dei prestigiosi riconoscimenti.

Qualche giorno fa il concorso internazionale Gilbert&Gaillard ha assegnato quattro medaglie d’oro ai rossi da uve cannonau Monte Tundu, Nostranu e Thurcalesu e al blend di cannonau e syrah Don Baddore.

Gilbert&Gaillard da trent’anni premia i migliori vini del mondo e dal concorso nasce la famosa My Guide des vins, una delle bibbie del settore, tradotta in nove lingue, distribuita in 25 paesi del mondo e punto di riferimento per tutti i professionisti e gli amanti del vino.

advertisement

[foto id=”283076″]

Per il terzo anno di fila il comitato di degustazione ha valutato positivamente i vini della Cantina Berritta.

Dopo i tre ori e l’argento al concorso del 2017 e i quattro ori del 2018, per l’anno in corso gli esperti degustatori della guida francese hanno assegnato le medaglie più prestigiose ai quattro vini rossi nati e prodotti nella valle di Oddoene, a Dorgali.

I cannonau Thrucalesu del 2017 è stato giudicato con 90 punti, il Nostranu del 2017 con 91 punti mentre il Monte Tundu 2016, un cannonau di Sardegna doc classico, è stato valutato con 92 punti. Stesso punteggio del Monte Tundu è stato ottenuto dal Don Baddore del 2017, nato dall’unione tra il cannonau e il syrah.

[foto id=”283073″]

Per la Cantina Berritta un’azienda che vinifica nel rispetto dell’antica tradizione, i premi arrivano anche, parallelamente, durante la partecipazione al Vinòforum di Roma, evento in svolgimento in via delle Fornaci di Tor di Quinto nella zona di Ponte Milvio. Il Vinòforum ospita oltre 500 cantine vitivinicole italiane ed internazionali ed è la seconda manifestazione del settore vinicolo su scala nazionale e la prima dell’Italia meridionale.

La riconferma di Gilbert&Gaillard ci onora enormemente – commenta Antonio Berritta, fondatore e vigneron della Cantina – fa piacere vedere ripagato il nostro lavoro quotidiano in campagna e dentro la cantina. I feedback, di qualsiasi tipo, sono sempre un’opportunità di crescita. Come tutti sanno, siamo un’azienda vinicola di piccole dimensioni, non produciamo moltissime bottiglie e puntiamo tutto alla qualità. Ogni passaggio del processo produttivo viene eseguito come cento anni fa: questo è il nostro stile e così sarà sempre. Ringraziamo quindi chi apprezza il nostro modo di essere”.

[foto id=”283074″]

La Cantina Berritta produce il rosato Marinu, i cannonau Nostranu e Thurcalesu, il cannonau classico Monte Tundu, il blend di cannonau e syrah Don Baddore e il suo particolare e unico bianco Panzale, nato dalla riscoperta dell’omonimo vitigno autoctono.

La produzione avviene tramite metodi di coltivazione tradizionali.

Per maggiori informazioni, richieste e commenti è possibile visitare il sito web www.cantinaberritta.it e i canali social Facebook e Instagram.