Si siamo isolani, ma stanchi di essere isolati da Bruxelles!

Non ci sentiremo veramente in Europa finché non ci sarà una Continuità Territoriale che ci permetta di spostarci in tutto il continent

I trasporti sono quindi per me un punto cruciale da portare con forza a Bruxelles. Trasporti sia di persone che di merci, in quanto creano sviluppo e lavoro in settori fondamentali, come il turismo e l’export dei nostri prodotti enogastronomici, che io chiamo Made in Sardinia & Made in Sicily.

Sviluppare questi temi vuol dire creare lavoro. Questo è il secondo punto che sento nelle mie vene e che voglio affrontare in Europa. Perché a 32 anni, anche io sono un giovane che è stato costretto ad emigrare dalla mia Terra per necessità e non per scelta.

Rappresento non solo i tanti giovani che come me sono lontani da casa o che non vorrebbero partire, ma anche le nostre famiglie e gli amici che ci vorrebbero vicini.

Siamo il risultato delle politiche scellerate del passato e di un’Europa che ha la forma di una piramide, dove al vertice ci sono i burocrati e le lobby e poi nel basso noi gente comune.

Una piramide che dobbiamo rovesciare con una rivoluzione gentile, andando a votare alle elezioni Europee del 26 Maggio.

Donato Forcillo
(Candidato Parlamento Europeo – Circoscrizione Isole)