Sassari. “Pani ed Eccellenze di Sardegna” alla Cavalcata

Attesi migliaia di visitatori in Piazza Castello

Più informazioni su

Da venerdì pomeriggio fino a domenica notte, l’evento gastronomico porterà nel cuore di Sassari il Villaggio del pane, tra stand agroalimentari di preparazione e cottura, prodotti di nicchia, laboratori per bambini e degustazioni.

Sempre in prima fila la proloco di Olmedo. Domenica sera sul palco di Piazza d’Italia la premiazione del miglior pane dell’isola

pane

Con la Cavalcata Sarda arriva a Sassari “Pani ed Eccellenze di Sardegna”, evento attesissimo della tradizione enogastronomica che, oltre ad attrarre migliaia di visitatori nel cuore della città, mette ogni anno in palio il premio al miglior pane dell’isola. Da venerdì pomeriggio (17 maggio) a domenica notte Piazza Castello sarà animata da stand di degustazione e vendita, preparazioni dal vivo, menu a base di pane a lievitazione naturale, offerte di prodotti agroalimentari di nicchia, mostre e laboratori per bambini. L’iniziativa è organizzata dal team Pani di Sardegna in collaborazione con il Comune di Sassari e la Camera di Commercio del Nord Sardegna.

Villaggio del pane. Tra i grandi protagonisti fin dalla prima edizione c’è la Proloco di Olmedo “Città del pane”, che ancora una volta metterà a disposizione la sua esperienza per presentare tutte le fasi della panificazione in diretta con metodi tradizionali. All’ombra del grattacielo faranno la loro comparsa ben due forni a legna, mentre mani sapienti impasteranno farine di grano duro macinate a pietra, con l’utilizzo rigoroso di lievito naturale (“sa madrighe”). Il menu prevede anche le “squisite carasanzas” (lasagne di carasau e melanzane) e “sa covatza cun purpuza” bagnate da buon vino locale.

Eccellenze enogastronomiche. Oltre ai pani della migliore produzione sarda appena sfornati, tra decine di postazioni sarà possibile acquistare vere “eccellenze” della tradizione come panadas, seadas, focacce, pasta fresca e secca, pane fratau, birra artigianale, vini, torrone, formaggi, salumi, miele, liquori, dolci e altro ancora.

Laboratori. Ci saranno alcuni laboratori rivolti agli adulti e, come di consueto, uno rivolto ai bambini, che di fatto inaugureranno la manifestazione alle 17 di venerdì, con una sana merenda a base di pane a lievitazione naturale, condito in parte con olio extravergine di oliva e in parte con marmellate biologiche.

Il premio. Il concorso-Premio Pani di Sardegna riveste un ruolo importante in termini di stimolo per la ricerca di una panificazione di alta qualità, sana e fedele alle tradizioni della nostra isola. La giuria di esperti guidata da Tommaso Sussarello esamina in Promocamera i pani provenienti dai diversi territori dell’isola e attribuisce i riconoscimenti a seguito dell’esame visivo, gustativo e organolettico. I premi saranno consegnati domenica sera sul palco in piazza d’Italia dal sindaco e dall’assessora alla Cultura e Turismo, affiancati dalla coordinatrice Sonia Martinelli.

La mostra. Una selezione di pani tradizionali sardi (a partire da quelli realizzati per il concorso) e cerimoniali sarà esposta all’interno di teche per poter essere visionati dal pubblico.

 

Più informazioni su