San Sperate: domani “Lettres Sonores – Una corrispondenza tra musica e immagini”

Primo appuntamento di maggio per la rassegna Civic’Art  (quest’anno alla sua seconda edizione), organizzata e promossa dalla Scuola Civica di San Sperate, che proprio nel Paese Museo (poco distante da Cagliari) andrà in scena fino al prossimo 21 giugno. Domani (domenica 5 maggio) alle 18 le fotografie di Daniela Zedda vestiranno le note del pianoforte di Irma  Toudjian per dare vita al progetto “Lettres Sonores – Una corrispondenza tra musica e immagini”. Lettere scritte su pentagramma, risposte impresse su pellicola fotografica: è questa la caratteristica del progetto, nuovo capitolo nel percorso artistico della pianista armena, che in questa occasione incontra l’arte della fotografa cagliaritana. Nove lettere in musica, sulla traccia dell’omonimo lavoro di Valery Afanassiev, e altrettante risposte in immagini tracciano la rotta di un viaggio nei meandri della memoria, tra frammenti di ricordi, istantanee nitide, ritratti, forme, colori e geometrie.

A precedere l’evento (alle 17) la presentazione del disco “in_certezza” ultimo disco della pianista e compositrice armena Irma Toudjian, pubblicato nel 2018 a quasi sette anni di distanza dal precedente (L’attente, 2011). Il lavoro raccoglie alcune tra le composizioni più rappresentative degli ultimi anni dell’artista, ognuna di loro legata a progetti, tematiche ed urgenze espressive mirate. La registrazione, il missaggio e il mastering sono stati curati dall’ingegnere del suono Marti Jane Robertson per l’etichetta cagliaritana MGJR Records. Modererà l’incontro il giornalista Simone Cavagnino.

Domenica 12 maggio (ore 18) la musicologa Francesca Mulas introdurrà e commenterà il film documentario di Tom Wolf “Maria by Callas”, dedicato a Maria Callas, cantante fra le più acclamate del XX secolo, dalla voce d’angelo intensa ed espressiva, ma anche donna dalla vita tormentata e dalle mille sfaccettature.

Gli spettacoli (a ingresso gratuito con donazione libera) si terranno sempre la domenica alle 18 per tutta la primaveramentre d’estate inizieranno un’ora più tardi (alle 19) nel Teatro della Scuola Civica di Musica di San Sperate in via Sassari, 12 (San Sperate). Per info su seminari e masterclass scrivere a scuolacivicadisansperate@gmail.com.

La rassegna quest’anno si riconosce nel suo tema portante, “Per un mare d’amare” e devolve il suo intero ricavato alla neonata associazione Clean Coast Sardinia, giovane realtà attivamente impegnata in azioni e campagne a tutela dell’ambiente, tra le quali la pulizia delle coste e del mare dalla plastica.

Civic’Art è organizzato dalla Scuola civica di San Sperate in collaborazione con Clean Coast Sardinia eOcean Conservatory, con il patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato alla Cultura), Comune di San Sperate e la partecipazione di No Arte Paese MuseoAntas TeatroAnton Stadler associazione culturalePonticello associazione culturaleSuoni e Pause associazione culturaleRoots associazione culturaleIpanema Eventi e Festa Europea della Musica. Media partner della rassegna è Unica Radio, media degli studenti dell’Università di Cagliari, mentre gli sponsor tecnici sono Mondo musica strumenti musicaliMafraAda RistoranteMakokko – Grafica pubblicitaria Conforama.

LA SCUOLA – La Scuola civica di musica di San Sperate nasce nel 2004 e concorre alla diffusione dell’istruzione musicale quale elemento essenziale per la crescita culturale, sociale e intellettuale di tutta la comunità di San Sperate e dei comuni limitrofi. La Scuola, finanziata dalla Regione Autonoma della Sardegna e dal Comune di San Sperate, Nuraminis e Monastir, vanta oggi circa 430 studenti divisi nei numerosi corsi individuali e collettivi, e una offerta didattica che conta ben 23 discipline musicali, dalla musica classica al pop, al rock al jazz sino alla musica popolare della Sardegna. Contestualmente all’attività didattica, la Scuola organizza seminari di formazione per docenti, masterclass di alto perfezionamento e seminari sui temi del management culturale, mostre di liuteria ed eventi in collaborazione con le principali organizzazione culturali della Sardegna tra cui la Fondazione Teatro Lirico e il Conservatorio di Musica di Cagliari.