Donato Forcillo M5S a Salvini: “Salvini tu invochi Dio, ma respingi mio fratello”

Lo slogan lanciato da Donato Forcillo in questi giorni è: “Salvini tu invochi Dio, ma respingi il fratello mio”.

L’Italia dovrebbe essere un paese rispettoso di tutte le culture e di tutte le religioni. Ma un rosario non può e non deve essere strumento di propaganda.

Nei giorni scorsi a Milano Matteo Salvini e la Lega hanno portato avanti l’ennesimo episodio di una campagna elettorale a suon di slogan a discapito degli Italiani. In questo contesto è stato usato un rosario come strumento di propaganda.

Donato Forcillo, Candidato del M5S al Parlamento Europeo – circoscrizione Isole, sostiene che il nostro paese dovrebbe essere rispettoso di tutte le culture e di tutte le religioni.

E continua affermando: “Salvini la smetta di illudere i cittadini, perché gli sbarchi non finiranno. Gli sbarchi ci saranno fino a che una vecchia classe politica cieca e sorda ai veri problemi delle persone, si rivolgerà alla pancia dei cittadini, ampliando la paura verso gli ultimi”.

Non si può invocare Dio per accaparrare voti, e poi rimandare in mezzo al mare chi, per la stessa fede in Dio viene perseguitato nel proprio Paese. Bisogna porsi qualche domanda sull’etica e sulla morale di questi uomini”.

Per Forcillo si dovrebbe cambiare il Regolamento di Dublino in modo da permettere un equo sostegno dei migranti nei vari paesi europei. In questo modo nessuno Stato membro sarà lasciato da solo e a tutti i fratelli nel mondo verrà garantita una vita dignitosa.