Cagliari-Confartigianato Sardegna sta vicino agli imprenditori nel Passaggio generazionale nelle imprese del Sud Sardegna

Martedì 28 maggio presso il T Hotel a Cagliari si terrà la conferenza IL PASSAGGIO GENERAZIONALE NELLE IMPRESE DEL SUD SARDEGNA.

Un seminario pubblico organizzato da Confartiginato Sardegna e IWBank che, previsto per le ore 18,00, sarà volto all’approfondimento del fenomeno del passaggio generazionale di quasi 3.500 microimprese a conduzione familiare nel sud della Sardegna.

Secondo i dati più recenti sul passaggio di testimone nell’Isola, dossier elaborato dall’Ufficio studi di Confartigianato Sardegna su dati Istat, nella nostra regione sono ben 3.454 le imprese a conduzione familiare, legate soprattutto ai servizi e alle costruzioni, interessate da un passaggio generazionale entro il 2020, il 19,4% delle imprese familiari totali nella regione.

Ai saluti introduttivi del Segretario di Confartigianato Sud Sardegna, Pietro Paolo Spada, seguiranno le relazioni di Alessandra Pitzalis, consulente finanziario, con Strumenti per la trasmissione del patrimonio, il ruolo del consulente, casi reali; Pierpaolo Vannucci, commercialista, con Imposte di successione, soluzioni societarie, il testamento, casi pratici, e Gerardo Coppola, Senior Sales Manager Edmond de Rothschild con La conservazione e la trasmissione del capitalismo di famiglia.

Lo spirito del seminario, volto ad aiutare e a sostenere questo passaggio generazionale, sarà la trattazione di tutti gli aspetti patrimoniali che tale fenomeno, e non solo, comporta e che necessitano dell’ausilio di competenze e professionalità di esperti che possono indirizzare gli imprenditori verso le scelte migliori per preparare le attività produttive alla loro fase successiva.

In questo senso a detta di Pietro Paolo Spada, il Segretario di Confartigianato Sardegna:É proprio sullo sviluppo della dotazione del capitale umano delle imprese artigiane che si innescano i processi di trasmissione delle conoscenze, resa possibile dal passaggio generazionale nelle imprese familiari e dai processi formativi on the job”. “Un vettore di rilievo nella trasmissione di competenze, know how e capitale umano nelle imprese è rappresentato dal passaggio generazionale fase critica nell’’economia delle imprese, che espone la struttura produttiva da un lato al rischio di una perdita del patrimonio imprenditoriale, di occupazione e di conoscenze, e dall’’altro alle opportunità connesse con l’’ingresso in azienda di risorse più giovani, maggiormente scolarizzate, con una più alta propensione all’utilizzo delle tecnologie e con una maggiore vocazione al rischio e all’’innovazione”.