Cagliari. A Palazzo Regio l’incontro formativo “Europa: Ieri, Oggi e…Domani”

Questo, il filo conduttore dell’incontro formativo “Europa: ieri, oggi e…domani?”, che la Città Metropolitana di Cagliari ha ospitato ieri mattina a Palazzo Regio, in collaborazione con il Coordinamento Regionale Anci Giovani e l’AICCRE (L’Associazione italiana per il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa).

L’incontro era inserito nel percorso formativo sull’Unione Europea e le politiche europee, avviato dall’Anci Giovani, che prevede diversi appuntamenti territoriali rivolti ai giovani amministratori, ma aperti a tutti gli amministratori e ai giovani, con l’obiettivo di promuovere la cittadinanza attiva e la formazione delle nuove classi dirigenti, considerato anche l’imminente rinnovo del Parlamento europeo.

Il Vicesindaco Metropolitano Francesco Lilliu, intervenuto in rappresentanza dell’ente, nel portare i saluti istituzionali ha voluto condividere con il pubblico presente una riflessione sul ruolo dell’Europa.

advertisement

“Non un mostro di burocrazia, ma un’Europa politica che tutti auspichiamo. Un’Europa che si riappropri del suo ruolo politico e che sappia fronteggiare la competitività di altri paesi oggi emergenti, come la Cina e l’India, ad esempio. L’Europa occidentale – ha sottolineato Lilliu – è l’unico spazio di democrazia piena, nel quale i cittadini godono di diritti civili, politici ed economici.

Il ruolo delle istituzioni e dei politici deve essere quello di declinare i timori in azioni politiche, costruendo e valorizzando l’Europa, dando messaggi chiari e facendo una scelta di campo”. La stessa Città Metropolitana”, ha ribadito Lilliu, “è stata istituita per rispondere alle comuni necessità di sedici amministrazioni, in particolare sul tema della mobilità”

Francesco Piludu, Coordinatore regionale ANCI Giovani, ha ricordato che “siamo in prossimità di due appuntamenti importanti: la nuova Legislatura 2019/2024 e la nuova programmazione 2021/2027. Ora più che mai, è indispensabile mettere in rete associazioni ed enti locali”.

Sulla storia dell’Unione Europea, e le sue tappe più significative, si è concentrato l’intervento di Carlo Melis, Segretario politico dell’AICCRE Sardegna. “E’ imprescindibile raggiungere un’unione politica, superando i singoli egoismi nazionali e affrontando i grandi temi internazionali”, ha affermato, “noi stessi, dobbiamo sentirci cittadini europei: solo una volta raggiunta questa consapevolezza, si potrà affermare che l’obiettivo dell’Unione Europea è stato centrato”.

Il futuro dell’Unione Europea è stato invece al centro dell’approfondita analisi di Francesco Monaco, Responsabile del Dipartimento Fondi Europei dell’IFEL, che ha illustrato le politiche di coesione 2014-2020, evidenziando le risorse finanziarie, le aree d’intervento, le priorità delle strategie e una prospettiva della programmazione 2021-2027.

Sono intervenuti all’incontro anche Andrea Soddu, Presidente del Consiglio delle Autonomie Locali della Sardegna, Umberto Oppus Direttore di ANCI Sardegna, Salvatore Sanna, Presidente dell’ AICCRE Sardegna, Giuseppe Collu del Movimento Federalista Europeo, Giuseppe Cappai, Presidente di Focus Europe ed Emanuele Cabras, Presidente dell’Associazione Open Med.