Tennistavolo: Due ori e un argento per i colori giallo blu in Toscana

A Norbello sta vivendo una seconda giovinezza e i frutti di una sana passione vengono sovrapposti in una sporta virtuale che ormai rischia di traboccare.

Ana Brzan continua a stupire tutti quanti per forza di volontà, impegno, voglia di raggiungere ancora traguardi importanti.

In occasione dei Campionati Italiani Veterani, nella città Orbetello (Grosseto), si è messa in gran luce negli over 40 con due medaglie d’oro (singolo e doppio femminile) e una d’argento (doppio misto).

La notizia è stata accolta con grande orgoglio nel piccolo borgo del Guilcer dove Ana è diventata una paesana modello visto che si trova a suo perfetto agio sia con la gente, sia a contatto con una natura che l’ha rigenerata.

Se c’è uno figurativamente immerso in un brodo di giuggiole, quello è il presidente del sodalizio giallo blu Simone Carrucciu che l’anno scorso ha scommesso su l’italo slovena, protagonista già una decina di anni prima nell’accesso storico in serie A1 femminile e ora asso imbattuto in B femminile (in attesa dei play off promozione) assieme a Marialucia Di Meo e Gohar Atoyan.

I complimenti del gruppo dirigenziale per queste tre medaglie conquistate – afferma Simone Carrucciupartono direttamente dal cuore, verso la nostra atleta che si è confermata bravissima. Il suo è un bellissimo risultato, di buon auspicio per i play off che se vinti ci consegnerebbero la promozione in A2. La ringrazio tanto per la preziosa collaborazione con la società e nei vari progetti messi in campo in questi mesi; la strada è quella giusta”.

La campionessa si dichiara appagata soprattutto perché a Orbetello si è dovuta misurare con avversari molto bravi e tenaci. “Le gare con cui sono riuscita a prevalere sono state difficili e di qualità e questo mi rende ancor più raggiante” dichiara Ana Brzan che vuole cominciare la sua sintesi dal podio meno pregiato: “Nel doppio misto, in coppia con Gianluca Mastroberti (TT Stella del Sud) abbiamo dato il massimo – continua – ma nella finale perduta 3-1 abbiamo sprecato molto ed in più avevamo di fronte un Petrica Nita (Alfieri di Romagna TT Edera) che si è espresso in maniera esemplare assieme alla sua compagna di avventura Katja Milic (Sportni Krozek Kras). Giocando assieme alla stessa Katja, ci siamo aggiudicate il doppio femminile senza grandi difficoltà e nel singolo femminile mi sono piaciuta specialmente in semifinale contro Marina Conciauro (Quattro Mori Cagliari) opposta alla quale pensavo di accusare maggiore fatica. In finale, di nuovo contro Katja, mi sono trovata sotto di due set, poi ho cambiato tattica e non ho più mollato, riuscendo a vincere al quinto. Sono felice sia per me, sia per il Tennistavolo Norbello e questo risultato mi fa ben sperare per gli imminenti play off per la A2 che ci attendono a metà maggio”.