Salto ostacoli: Andrea Guspini su Ocean Girl vince il 1° Trofeo Goceano Foresta Burgos

Un grande successo di pubblico e l’apprezzamento dei cavalieri hanno salutato il ritorno della grande equitazione nell’impianto indoor di Foresta Burgos, uno dei migliori d’Italia. Diviso in tre weekend, dal 9 marzo ai giorni di Pasqua e Pasquetta, il 1° Trofeo del Goceano ha dimostrato che si può allungare sia la stagione sportiva sia la stagione turistica, soprattutto quando si organizzano le manifestazioni con la competenza e le idee mostrate dal Circolo Ippico Gli Olivastri e dalla Cooperativa S’Unighedda di Burgos.

A vincere il trofeo C130/C135 grazie alla costante presenza sul podio in tutti e tre i Gran Premi a due manches e al successo nella C130 barrage è stato Andrea Guspini, dell’Asd Siete Fuentes, in sella a Ocean Girl, sella italiano classe 2007 allevato da Alessandra Diaz. Il binomio ha totalizzato 120 punti. Al secondo posto Elena Lorenzoni (Asd Grighine) su Nobile Nettuno, sella italiano di un anno più grande, allevato da Salvatore Sassu. Terzo posto per la promettente ventenne Natalia Mulas, sempre dell’Asd Grighine, in sella a Montiferu, anglo-arabo allevato da Giovanni Giuseppe Caratzo.

La classifica finale della categoria C120/C125 ha visto invece primeggiare Valentina Cianciotto (Asd Grighine) su Radiance, sella italiano di nove anni. Nella C115 vittoria per Laura Carcangiu, altra esponente del Grighine, sull’anglo-arabo Ich Liebe Dih, figlio del formidabile Piradin.

Ad effettuare le premiazioni della sesta e ultima giornata sono stati il vice sindaco di Burgos Tonino Nieddu, il sindaco di Esporlatu Francesco Furriolu, il presidente del consiglio comunale di Bottida Andrea Licheri e il direttore generale dell’Agris Roberto Zurru, che si è detto favorevole “ad un allungamento della stagione sportiva utilizzando l’impianto indoor di Foresta Burgos”.

La giornata finale ha registrato il grande afflusso di pubblico grazie pure alle migliaia di visitatori arrivati per la sesta edizione del Mercato Contadino, organizzato dal Comune di Burgos e dalla cooperativa Sa Reggia.

Numeri da record pure per la giornata di sabato 20, dedicata al dressage: 35 cavalieri più 22 atleti paralimpici che si sono cimentati anche nella Gimkana. La Fisdir pensa addirittura al campionato sardo.

Lodi per l’operato dello show director Piera Monti e del direttore di campo Paola Zoccheddu che hanno preparato il programma insieme alla Fise Sardegna.

La manifestazione ha messo in palio un montepremi totale di oltre 20 mila euro grazie anche al prezioso supporto della Comunità del Goceano, dei Comuni del Goceano, di Enti Locali Regione Sardegna, Agenzia Agris, Ente Forestas e Associazione Turistica del Goceano e alcuni sponsor privati: Mangimificio Valle Tirso del gruppo Pais di Bottidda, Salumificio artigianale Pilu di Bottidda, Sun Service di Sassari, Macelleria e Caseificio Oro Verde di Bottidda, Asd Antodav di Bottidda.