GdF: arrestata ad Olbia una coppia di cittadini nigeriani

Più informazioni su

Non si ferma la lotta al traffico di stupefacenti  nella provincia, a ridosso delle festività pasquali.

Nell’ambito dei servizi disposti dal Comando Provinciale di Sassari in tutto il territorio di competenza nel settore della repressione del traffico di sostanze stupefacenti, i militari della Squadra Cinofili della Guardia di Finanza del Gruppo di Olbia hanno tratto in arresto una coppia di insospettabili cittadini di origine nigeriana, di anni 36 lei, E.T. e di anni 31 lui, I.D.R., in Italia da diversi anni, poiché trovati in possesso di eroina. In particolare, nel corso di specifici controlli posti in essere presso il porto Isola Bianca in Olbia, l’attenzione degli operanti veniva richiamata dalla coppia, evidentemente preoccupata, che tentava inutilmente di confondersi tra gli altri passeggeri. I cani antidroga Daff, Ober e Semia, pastori tedeschi i primi due e giovane labrador il terzo, addestrati nella ricerca di droga e impiegati nel controllo dello sbarco pedonale della motonave proveniente da Civitavecchia, hanno segnalato senza esitazione entrambi i cittadini. L’esperienza delle unità cinofile ha spinto gli operanti a condurre ulteriori approfondimenti, non facendosi trarre in inganno dai presunti motivi religiosi con i quali la coppia cercava di giustificare il viaggio intrapreso. Accompagnati presso la locale struttura ospedaliera, dopo opportuni accertamenti medici, i due soggetti sono stati trovati in possesso di ben 81 “corpi estranei”; rispettivamente 31 per la donna e ben 50 per l’uomo, che erano stati precedentemente ingeriti.

Più informazioni su