Domani 5 aprile il capo della Polizia farà visita ad una scuola di Sinnai

Domani, venerdì 5 aprile alle ore 10:00 il Capo della Polizia, Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Prefetto Franco Gabrielli incontrerà gli alunni e gli studenti della scuola Primaria di primo e secondo grado dell’Istituto Comprensivo Statale n° 2 di Sinnai.

La visita nasce dalla volontà del Prefetto Gabrielli di incontrare  gli alunni che, al termine di un percorso di educazione alla legalità, promosso dalla scuola e curato dalla Polizia di Stato, hanno inviato una lettera-invito direttamente al Capo della Polizia.

Si tratta degli alunni che lo hanno visto in occasione della loro partecipazione all’iniziativa la “nave della legalità”, approdata nel porto di Palermo nel maggio 2018 per ricordare, nel giorno del ventiseiesimo anniversario della strage di Capaci, Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito SchifaniRocco Dicillo ed Antonio Montinaro.

In tale circostanza, i ragazzi non avevano avuto l’opportunità di parlare con il Capo della Polizia e, spinti dal desiderio di poterlo rivedere da vicino e scambiare con lui qualche parola, gli hanno inviato una lettera di apprezzamento e di invito a fare visita alla loro scuola di Sinnai.

 

Il loro sogno si è quindi realizzato: domani il Capo della Polizia li incontrerà nell’Aula Magna della Scuola Primaria di via Caravaggio a Sinnai, insieme al Questore dr. Pierluigi d’Angelo, alle altre autorità, ai dirigenti scolastici, docenti e ad una rappresentanza dei diversi uffici della Polizia di Stato che hanno svolto e regolarmente svolgono percorsi formativi sull’educazione dei giovani.

Vi sarà infatti un rappresentanza della Questura di Cagliari che, attraverso l’Ufficio Relazioni Esterne, nell’ambito della campagna informativa “Educazione alla legalità” promossa dalla Polizia di Stato con la collaborazione dei Dirigenti scolastici, ha organizzato  – ed organizza in tutta la provincia – incontri frontali con gli studenti delle scuole elementari, medie e superiori per affrontare temi di attualità con l’obiettivo di diffondere la cultura della legalità e della solidarietà sociale, il rispetto delle regole e l’accrescimento del senso civico, nonché argomenti legati al fenomeno del bullismo, sempre più frequente tra i giovani.

Sarà presente anche personale specializzato del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni che, come previsto dalla legge n.71 del 2017 per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo, ha realizzato una serie di incontri con i referenti scolastici finalizzati ad elaborare specifiche azioni di carattere preventivo per arginare il fenomeno in tutte le sue manifestazioni ed adottare una strategia di attenzione, tutela ed educazione nei confronti dei minori coinvolti, sia nella posizione di vittime sia in quella di responsabili di illeciti. Nello stesso contesto gli specialisti della Polpost hanno tenuto diversi incontri con gli alunni e gli studenti per affrontare la tematica dei pericoli della Rete e del corretto uso dei social.

Saranno presenti anche gli operatori della Polizia Stradale di Cagliari che, nell’ambito del “Progetto Icaro”, campagna di sicurezza stradale promossa dalla Polizia di Stato in collaborazione con l’ANIA, il Dipartimento di Psicologia – Sapienza Università di Roma, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ed il Moige (Movimento Italiano Genitori) e del progetto educativo “biciscuola”,   hanno svolto incontri sensibilizzando i ragazzi sull’importanza del rispetto delle regole del Codice della Strada e all’attenzione alla guida, che risulta essere sempre più spesso la prima causa di incidenti stradali.