Gairo: tre pregiudicati truffano un povero malcapitato

Si fingono intermediari assicurativi, smascherati e denunciati dai Carabinieri

I Carabinieri della Stazione di Gairo hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lanusei tre soggetti responsabili, a vario titolo, di truffa aggravata, esercizio abusivo di una professione e sostituzione di persona in concorso.

Le indagini sono partite subito dopo la denuncia presentata al Comando Stazione di Gairo da un 35enne del posto che, dopo aver stipulato on line una polizza assicurativa R.C.A. per l’autovettura di sua proprietà, si è reso conto di essere stato truffato.

Il malcapitato, infatti, effettuava il pagamento di una somma di 500 € circa sul conto corrente postale intestato ad uno dei malviventi ricevendo tramite lettera postale, un tagliando assicurativo apparentemente regolare. Successivamente, si è recato presso un’altra agenzia assicurativa alla ricerca di un preventivo migliore. Qui la brutta sorpresa, infatti, veniva informato che il proprio veicolo era sprovvisto di valida copertura assicurativa.

Gli accertamenti dei Carabinieri hanno permesso di identificare i tre soggetti responsabili della truffa, un 44enne napoletano, un 50enne casertano ed un 23enne di origini albanese. Nello specifico, è stato accertato come, per rendere effettiva la truffa, i tre malviventi avessero utilizzato un codice R.U.I. (Registro Unico Intermediari) inesistente ed intestato fittiziamente ad una società assicuratrice di Piacenza.

Alla luce delle evidenze emerse, i tre sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria per il reato di truffa.