Le norbellissime dritte in semifinale play off scudetto!

Più informazioni su

Le norbellissime si ritrovano direttamente in semifinale senza passare per la Liguria. L’Athletic Genova, giunta alle loro spalle, causa problemi societari, rinuncia alla corsa per lo scudetto e dà quindi il là al team guilcerino che dopo due stagioni di purgatorio, ritrova quel clima a lui tanto amato e che nel 2014 lo catapultò in una finalissima tutta sarda che però premiò lo Zeus Quartu.

Il prossimo appuntamento agonistico per Diana Styhar, Gaia Smargiassi e Magdalena Sikorska è quindi fissato nei primi due week end di aprile, quando dovranno misurarsi con le campionesse d’Italia in carica del Castel Goffredo dove milita l’imbattuta cinesina Li Xiang.

Abbiamo vissuto una settimana piena di sorprese – commenta il presidente Simone Carrucciu – catturati dalle vicende che hanno coinvolto la società genovese. Preferisco il tennistavolo giocato e non auguro a nessuno quello che stanno passando i nostri avversari mancati. Ci godiamo la quarta posizione in classifica nella regular season proiettati verso la prossima gara con Castel Goffredo. Abbiamo il tempo per preparare con attenzione la doppia e difficile sfida a cui potrebbe aggiungersi la bella”.

Dopo due mesi torna a giocare in via Azuni anche la maschile che contro ogni pronostico cercherà di fare qualcosa di buono opposta alla capolista Milano. “Sicuramente non siamo favoriti – ammette Carrucciu – ma dopo la sconfitta romana della scorsa settimana, auspico una positiva reazione dalla squadra sinché la matematica non ci condanna”.
Con tanta passione sarà seguita anche la B femminile chiamata a vincere per riguadagnare scenari a lei più consoni.

GARA CASALINGA PER I PALATI FINI DEL TENNISTAVOLO

La dirigenza decide di fermare ai box Ntaniel Tsiokas e preservarlo per i restanti e decisivi quattro turni di campionato. A disposizione del tecnico Franco Esposito restano quindi Omotayo Olajide, Catalin Negrila e Maxim Kuznetsov.

A Norbello arriva l’unica formazione ancora imbattuta del campionato con un solo pareggio all’attivo. Di solito il terzetto titolare è composto dall’orientale Guo Ze (70,6%), dai fratelli Matteo e Leonardo Mutti (80% e 76,9%). Specie nei primi incontri di campionato è sceso in campo anche il russo Grigory Vlasov (83,3%). Per chi ha a cuore non solo il risultato ma anche il bel gioco, questo match fa al caso loro.

IMPERTERRITE VERSO I PLAY OFF

La squadra è stata allestita per un repentino ritorno in A2: l’imperativo per le tre norbelline è vincere sempre e comunque. Quindi a prescindere dalla consistenza delle avversarie, il collettivo composto da Marialucia Di Meo, Ana Brzan e Gohar Atoyan, che viaggia complessivamente con una media di rendimento del 95%, non deve temere davvero nessuno. Si apre con il più classico dei derby sardi, si continua contro la terza forza (o terzultima) del girone.

TENERE ACCESA LA FIAMMELLA DELLA SPERANZA

Con il club sulcitano ormai condannato alla retrocessione (ancora nessuna vittoria nel carniere), il team giallo blu ha assolutamente bisogno dei due punti in palio per non perdere contatto con le altre concorrenti pericolanti. Senza Ana Brzan impegnata in B femminile, giocheranno Andrea Zuccato, Cesare Mozzi e Federico Concas.

TENTARE L’IMPRESA

Con Peppe Mele ancora infortunato rimangono in tenuta da combattimento Eleonora Trudu, Andrea Franceschi e Antonello Ledda. Arriva nel Guilcer la terza forza del campionato ma è meglio non pensarci e affrontare la gara commettendo pochi errori gratuiti.

 

Più informazioni su