L’Ufficio Circondariale Marittimo incontra gli utenti del mare

Più informazioni su

Durante l’incontro si sono analizzate problematiche ed esigenze dell’utenza marittima anche al fine di apportare i necessari correttivi e adeguamenti alle Ordinanze Circondariali in vigore.

Si è svolta nella giornata odierna, presso il “Cervo Conference Center” di Porto Cervo, un incontro tra il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Golfo Aranci e gli operatori del settore diportistico per analizzare problematiche ed esigenze dell’utenza marittima anche al fine di apportare i necessari correttivi e adeguamenti alle Ordinanze Circondariali in vigore. All’incontro hanno partecipato anche i Titolari dell’Ufficio Locale Marittimo di Porto Cervo, della Delegazione di Spiaggia di Porto Rotondo ed i Rappresentanti della Regione Sardegna e degli Enti locali.

Il Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo TV (CP) Angelo FILOSA ha voluto incontrare tutti i principali operatori che proiettano le proprie attività in mare, tra cui Marine, campi boe e punti di approdo vari (pontili), Noleggiatori, Società di Diving, Circoli Velici. L’incontro è stato incentrato alla tutela della Sicurezza della Navigazione ed alla tutela Ambientale delle bellezze naturalistiche della costa Nord-Est della Sardegna. Un richiamo particolare è stato rivolto al numero di sinistri che si verificano in mare, in particolare a causa della scarsa attenzione dei diportisti che non conoscendo la particolare morfologia delle coste e dei fondali marini, talvolta navigano senza aver preso conoscenza della cartografia nautica e dei pericoli presenti nel tratto di navigazione.

A tal proposito, l’Ufficio Circondariale, sotto il coordinamento dalla Direzione Marittima di Olbia, sta procedendo in modo frenetico a coinvolgere tutti gli Enti competenti per risolvere la vicenda relativa alla manutenzione ed al ripristino del segnalamento marittimo, che fornisce un ottimo ausilio ai naviganti, riscontrando anche la disponibilità degli operatori privati nella risoluzione della problematica. Obiettivo condiviso è sicuramente quello di abbassare sensibilmente il numero di sinistri in mare. Per questo un alert è stato rivolto a tutte le società che svolgono attività di noleggio e locazione per sensibilizzare i propri utenti a una corretta conduzione delle unità da diporto.

In sede di incontro è stato affrontato il tema ambientale per la tutela delle acque e di tutta la costa, in particolare aree marine protette e aree parco, con richiamo al corretto smaltimento della plastica e dei rifiuti in generale, all’utilizzo di detersivi e allo smaltimento delle acque reflue e sentine di bordo, affinché le sostanze inquinanti non compromettano l’ecosistema marino. E’ stata affrontata la disciplina sul noleggio di piccoli natanti sportivi-ricreativi ed in particolare delle moto d’acqua, per cui il non corretto utilizzo è causa di molti incidenti in mare. Inoltre, particolare attenzione è stata posta nei confronti dell’utilizzo dei corridoi di lancio e attraversamento della fascia di balneazione al fine di evitare commistione tra le attività balneari e quelle diportistiche.

Al termine dell’incontro si è svolto un dibattito sugli argomenti trattati, con domande all’Autorità Marittima e alla rappresentanza della Regione Sardegna ed Enti Locali presenti.

L’Ufficio Circondariale è inoltre sempre a disposizione per rispondere a tutti i quesiti inerenti la Sicurezza della Navigazione e della Balneazione, soprattutto al fine di disciplinare correttamente tutte le attività che si svolgono in mare nel rispetto di tutti gli operatori.

L’ufficio Circondariale Marittimo di Golfo Aranci ricorda, in qualsiasi evenienza, il numero blu gratuito 1530, oltre ai consueti mezzi di comunicazione.

Più informazioni su