Cinema amatoriale e arti visuali

Dal salotto di casa agli spazi museali: Home Movies e pratiche contemporanee di found-footage, a cura di Simone Cireddu.

Sin dai tempi delle avanguardie cinematografiche, il cinema amatoriale e familiare ha consentito agli artisti visuali e ai cineasti di ricerca di mettere in discussione il cinema professionale e i suoi principi formali, linguistici e produttivi.
Dai primi esperimenti cinematografici di Man Ray a Stan Brakhage, Jonas Mekas, Maya Deren, Joseph Morder e

Marie Menken, sino a Michelle Citron, Abigail Child, Alina Marazzi e Luca Ferri: durante il seminario CINEMA AMATORIALE E ARTI VISUALI si analizzerà l’incontro tra i film amatoriali e il cinema di ricerca contemporaneo.

L’evento si terrà lunedì 18 febbraio 2019 alle ore 18:00 presso la Sala Centro Servizi Culturali UNLA di Oristano.
Gli home movies invitano a ripensare i processi della percezione e la supposta naturalità del visivo, aprendo alla possibilità di narrare storie inedite per mezzo di procedimenti di found-footage. Per alcuni il cinema amatoriale e familiare è senza valore, per noi è necessario, consapevole, appassionato.

Simone Cireddu è nato a Oristano il 9 marzo del 1974. Storico dell’immagine in movimento e videomaker, si occupa in particolare di avanguardie cinematografiche, sperimentazione audiovisiva e documentari di creazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here