Sassari. CSA Tore Piana: vince il buonsenso e il made in Italy nella seduta del 27 settembre scorso

OMS e ONU niente etichette a semaforo (nuoce alla salute) e niente tasse aggiuntive per formaggi e olio sardi e italiani.

Niente etichette e niente tasse aggiuntive sui prodotti agroalimentari del made in Italy, ma soprattutto delle produzioni di formaggi pecorini e olio di oliva prodotti in Sardegna, questo è oggi il risultato della decisione dell’OMS Organizzazione Mondiale della Sanità riunitasi il giorno 27 Settembre scorso, come si ricorderà nelle settimane scorse fu preparata una bozza di risoluzione, con un documento che conteneva restrizioni verso i prodotti dell’agroalimentare ad alto contenuto di grassi e sale, che veniva segnalati come dannosi alla salute perché contenenti grassi e sale.

Le restrizioni venivano indicate nelle etichette sotto forma di scritte “nuoce alla salute” o “ fa male alla salute” al pari quasi di quanto indicato sui pacchetti delle sigarette. Indicazioni, afferma Tore Piana, che avrebbero colpito indiscriminatamente anche i prodotti simbolo della Sardegna, come le produzioni dei formaggi pecorini e le produzioni dell’olio di oliva ed in particolare quelle di qualità delle extravergini.

Il programma dell’OMS prevede la riduzione delle malattie non trasmissibili entro il 2030.

Bene ha fatto l’Italia con presente il Ministro Centinaio a opporsi con forza e sventare un clamorose “golpe” da parte delle multinazionali che volevano mettere sul banco degli imputati i maggiori prodotti del Made in Italy e delle eccellenze della Sardegna, che per “loschi interessi” volevano scoraggiare i consumi dei nostri prodotti, inserendo allarmi, avvertenze o immagini shock sulle confezioni , conclude Tore Piana

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here