Governo, Lega e 5Stelle in ripresa grazie alla “manovra del popolo”

Approvazione della Manovra Economica 2019 e Manifestazione PD del 30 settembre: questi gli eventi che hanno segnato l’andamento dell’opinione pubblica degli italiani questa settimana secondo l’analisi di GPF.

Basandoci sull’indice di gradimento dei leader politici italiani, possiamo constatare un lieve calo di un punto percentuale del Presidente Mattarella accompagnato dalla stabilità di Conte. Questi dati possono essere interpretati vedendo Salvini e Di Maio e il Presidente della Repubblica come due braccia della stessa bilancia.

Nel momento in cui i due “facenti funzione di premier” salgono nei sondaggi, si può notare un lieve calo della figura di Mattarella. Al contrario quando i due ministri e il governo Conti salgono, diminuisce lievemente il capo dello Stato. Nei giorni precedenti gli attriti tra Movimento 5 Stelle e Lega il Presidente Mattarella si era tenuto stabile intorno alla sua posizione senza subire alcuna discesa.

advertisement

A riprova del consolidamento del binomio Lega-Movimento, crescono entrambi i leader giallo-verdi. Traina la crescita Di Maio con tre punti percentuali, ma sale anche Salvini di due punti. Il Presidente del Consiglio resta invece stabile, dando quindi l’idea che l’approvazione della cosiddetta “manovra del popolo” venga attribuita dagli italiani più a Salvini e di Maio che a Conte, i quale era salito nei giorni scorsi, anche grazie alla sua presa di posizione forte riguardo alla questione del ponte di Genova.

Sale di un punto la Meloni forte della convention Atreju e della ritrovata crescita di Salvini. Martinasale due punti, effetto probabilmente della Manifestazione a Piazza del Popolo del PD. Stabili la Bonino, Berlusconi e Grasso.

Le intenzioni di voto vanno di pari passo con i dati precedenti. Crescono, infatti Movimento 5 stelle e Lega, rispettivamente di 0.6 e 0.3 punti percentuali. La compagine di governo arriva a 62.3 aumentando quasi di un punto percentuale secco in una sola settimana.

Perde 0.7 punti percentuali Forza Italia che scende al 10.2 per cento, mentre Fratelli d’Italia, seguendo lo stesso trend della Meloni, cresce dello 0.1. Nonostante ciò nell’insieme la compagine all’opposizione del centrodestra perde in questa settimana lo 0.6.

Il Partito democratico guadagna lo 0.4, in pare grazie alla convention di domenica, attestandosi su 15.5 punti percentuali Liberi e uguali perde 0.2 e Più Europa lo 0.1. Il centrosinistra si assesta in definitiva a quota 20.3 facendo segnare nell’insieme una crescita dello 0.1 %.

Calano gli indecisi passando dal 39 al 37%e e aumenta la propensione a votare, con un’affluenza stimata che passa da 61 a 63 punti percentuali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here