Torregrande. La farmacia e il bancomat sono servizi essenziali, per il Sindaco le polemiche sono pretestuose

Più informazioni su

Il Sindaco Andrea Lutzu interviene nella polemica sollevata in questi giorni sul web e risponde anche all’interpellanza dei consiglieri comunali Puddu e Pecoraro

Il sindaco: “Dopo molti anni di attesa Torre Grande si sta dotando di due importanti servizi, essenziali per una località turistica. Residenti e turisti da molto tempo chiedevano il posizionamento di uno sportello Bancomat e l’apertura di una farmacia. Grazie alla disponibilità e agli investimenti di soggetti privati e alla collaborazione del Comune questi due importanti servizi stanno entrando in esercizio e invece di rallegrarsene c’è chi preferisce lanciarsi in polemiche pretestuose”.

“Da almeno 20 anni le giunte comunali che si sono avvicendate si sono impegnate per dotare Torre Grande di questi due servizi. Senza volerci prendere alcun merito, ma senza trascurare che il Comuna ha fatto tutto il possibile per agevolarne l’apertura, abbiamo preso atto con soddisfazione del fatto che finalmente a Torre Grande si colmava una grave lacuna. Le polemiche di questi giorni sono dunque sorprendenti”.

“Lo sportello bancomat (aldilà della sua denominazione) c’è, funziona e assolve alla sua principale funzione che è quella di erogare contanti come ogni altro sportello ATM presente in Italia – precisa il Sindaco -.

L’azienda che lo ha installato assicura che le commissioni applicate per il prelievo (sia in modalità bancomat, sia in modalità carta di credito) sono quelle che ogni utente ha contrattato con il proprio istituto di credito. La stessa azienda precisa che Euronet non riconosce il circuito PAGO BANCOMAT che é esclusivamente Italiano e non diffuso a livello mondiale. L’accordo con Pago Bancomat non é stato stipulato da Euronet e quindi le operazioni su quel circuito non sono abilitate”.

“L’apertura della farmacia, come giustamente hanno fatto rilevare i consiglieri comunali, non dipende in alcun modo dal Comune, ma esclusivamente da un documento che gli uffici regionali tardano a produrre. Dovrebbe trattarsi di un’attesa destinata a durare ancora poco ormai che” aggiunge Lutzu che conclude precisando che “non ci siamo presi i meriti come sostiene l’opposizione e ribadisce la stampa.

Ma se ci invitano a non prenderci i meriti perché dovremmo assumerci la responsabilità, ad esempio dei ritardi? Aldilà della provocazione, il Comune ha fatto quanto possibile perché, nel pieno rispetto delle norme, farmacia e sportello bancomat fossero finalmente a disposizione dei cittadini e oggi stiamo facendo altrettanto per assicurarne l’apertura e le migliori condizioni di utilizzo”.

Il Sindaco Lutzu risponde anche al consigliere comunale Francesco Federico, precisando che il Comune ha partecipato regolarmente al bando per la sterilizzazione dei cani come conferma la certificazione della PEC.

Più informazioni su