Sassari. Strada Buddi-Buddi chiusa :disagi per i residenti nell’agro e per tutti gli automobilisti

Gabriella Serra, candidata  sindaca (EPI) di Sassari, strada  Buddi-Buddi  chiusa al traffico da settembre sino a tutto ottobre. Gravi disagi  agli  automobilisti. Assenza totale di indicazioni e segnalazioni.


Numerosi automobilisti  “dispersi”  nei  viottoli  e strade vicinali  alla ricerca della strada principale verso Platamona, Castelsardo e Santa Teresa. Comune e Provincia intervengano urgentemente.
“La vicenda del completamento dei lavori sulla strada Buddi Buddi si trascina da oltre 10 anni. Un tempo enorme per quei pochi chilometri”, sono le prime affermazioni di Gabriella Serra”.

“Attraverso quei pochi chilometri noi Sassaresi arriviamo al mare, il mare “di Sassari”, Platamona”. Ma quei pochi chilometri sono necessari specialmente per tutti coloro che hanno scelto di abitare fuori città lungo questa strada, nell’agro collegati alla Buddi Buddi attraverso le innumerevoli strade vicinali e consortili di penetrazione che da essa si dipanano”.

“Dal 2015 all’Aprile 2017, tutto fermo nel tratto iniziale. Ora, finalmente, i lavori sono ripresi, ma come? Tutto bloccato da Settembre per due mesi. Certo la stagione balneare forse è terminata, ma tutti i residenti dell’agro che devono usare  la Buddi Buddi  per andare al lavoro, portare i bambini  a scuola o semplicemente devono arrivare a Sassari e tornare alle loro case, vivono un disaggio pazzesco!”.

advertisement

“La strada non doveva e non può rimanere chiusa totalmente al traffico. Il Sindaco Nicola Sanna  ha dichiarato che con la chiusura totale della strada per due mesi ( dubitiamo che siano due mesi) la viabilità sia assicurata dalle numerose strade vicinali e consortili esistenti”.

“Peccato, continua la Candidata a Sindaco Gabriella Serra, che abbia dimenticato di segnalarle adeguatamente; peccato che in dette strade si possa transitare un’auto per volta, considerato che quando capita di incrociare un autocarro, il disaggio è totale, essendo queste strade costruite per gli accessi alle varie abitazioni e non certo per la mole di lavoro che transita giornalmente sulla Buddi Buddi”.

“Infatti, non si trova cartelli con indicazioni chiare all’imbocco delle stesse. La nostra preoccupazione è poi anche che i mezzi di soccorso potrebbero trovarsi imbottigliati nei meandri delle varie stradine”.

“Chiedo al Sindaco e alla Provincia di Sassari, continua Gabriella Serra, di provvedere urgentemente alla riapertura di almeno una sola corsia in entrambe i sensi, con adeguato impianto mobile semaforico, così come fanno in tutti i lavori di costruzione delle nuove strade e di provvedere al collocamento di adeguata cartellonistica chiara, per tentar di alleviare i disagi dei cittadini e di tutti gli automobilisti”.

“Perché la sensazione oggi appare quella di un completo abbandono dei cittadini residenti nell’agro e che quotidianamente percorrono la strada Buddi Buddi, conclude Gabriella Serra”, che ieri, in una riunione delle segreterie riunite nella sede del suo partito, presenti Elena Vidili e Alessio Paganini ha avuto il pieno sostegno su questo argomento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here