Sassari. Energie per l’Italia: venerdì riunione per discutere della lista per le elezioni comunali

Elezioni comunali  di Sassari, maggio 2019, venerdì 14 settembre alle ore 18:00  a Sassari  presso la sede viale Trento 10, Energie per l’Italia terrà la prima riunione allargata agli iscritti per discutere della lista alle prossime elezioni comunali. 

Le segreterie (comunale e provinciale) presenteranno la prima bozza del programma elettorale che contiene importanti novità.

Nell’occasione si parlerà’ di coalizione, del simbolo da utilizzare e del nome a candidato sindaco che il partito proporrà’ alla coalizione che si dovrà formare. Si parlerà, inoltre, delle liste che il partito sta preparando per le elezioni regionali, “una decisione – afferma Elena Vidili- che vedrà’  il partito candidare tante donne e tutti volti nuovi” .
Si terrà Venerdì 14 Settembre a Sassari presso la sede di Energie Per L’Italia in Viale Trento 10 a Sassari, la prima riunione operativa per avviare la campagna elettorale in vista delle prossime elezioni comunali di Sassari, previste nel mese di Maggio 2019, organizzata dalle segreterie riunite provinciali e comunali (Elena Vidili e Alessio Paganini). Alla riunione sarà presente il coordinatore regionale Tore Piana. Importanti novità nella bozza del programma che verrà presentato, inoltre il simbolo conterrà oltre al nome del partito  Energie Per L’Italia la scritta “per il centro destra”.  Si parlerà inoltre di nominativi candidati a sindaco che EPI proporrà quando si costituirà il tavolo di coalizione, che come precedentemente annunciato  Energie Per L’Italia lavorerà per una coalizione di area Liberale e di centro destra, aperta alle liste civiche, sardiste e autonomiste.
Fra i punti del programma, NOVE vengono considerati quelli che caratterizzeranno il nostro partito:
1) Risveglio dell’Orgoglio Sassarese
2) Ripresa del ruolo di LEADERSCHIP di Sassari
3) Grandi Opere Nord Sardegna.
4) Avvio di un’azione politico/amministrativa per la rivendicazione della Zona Franca
5) Anziani e Solitudine
6) Completamento delle opere incompiute e decoro della città 7) Sostegno alle attività produttive e del commercio
8) Politiche attive del lavoro
9) Promozione e tutela animali, presenti nelle abitazioni e non.