L’organo storico della chiesa di Gonnesa

Nel 1990 fu il motto che ispirò due irripetibili appuntamenti organistici voluti dalla Parrocchia e dal Comune di Gonnesa per riascoltare, dopo quarantun anni di silenzio, il limpido e vibrante suono dell’organo “Gaet. Cavalli” che, collocato in cantoria sul portale d’ingresso, si presenta maestoso e imponente, racchiuso in una bella cassa lignea.

Nel 1990 fu il motto che ispirò due irripetibili appuntamenti organistici voluti dalla Parrocchia e dal Comune di Gonnesa per riascoltare, dopo quarantun anni di silenzio, il limpido e vibrante suono dell’organo “Gaet. Cavalli” che, collocato in cantoria sul portale d’ingresso, si presenta maestoso e imponente, racchiuso in una bella cassa lignea.

La fonica dello strumento è molto buona, grazie alla sua bella intonazione originaria e al diligente restauro effettuato dalla casa organaria “Giorgio Carli” di Pescantina.

Il magistero interpretativo del celebre organista tedesco Wilhelm Krumbach mise in risalto l’equilibrio fonico di questo eccellente strumento di fine-Ottocento e il soave suono di alcuni singoli registri come il Flauto 4’, l’Unda maris e la Tromba armonica che rivelano una bella personalità nell’aula della Chiesa parrocchiale di Gonnesa.

advertisement

La partecipazione della popolazione fu imponente e grande l’entusiasmo del pubblico, come testimonia la foto qui di seguito.

Oggi quest’organo ha assoluto bisogno di un nuovo restauro, pena un nuovo lungo silenzio e dunque dover constatare nuovamente che i sacrifici del passato lentamente, giorno dopo giorno, vengono vanificati.

La precarietà in cui versa l’organo “Gaet. Cavalli” della chiesa parrocchiale di Gonnesa pone i responsabili della Parrocchia e del Comune di fronte a una scelta precisa: restaurarlo o perderlo.

organo, chiesa, Gonnesa
Il prof. WilhelmKrumbach ringrazia il pubblico al termine del concerto di inaugurazione per il restauro dell’organo “Gaet. Cavalli”
della chiesa parrocchiale di Gonnesa (3 novembre 1990)

L’Archivio musicale dell’Angelo di Milano ha provveduto, grazie al ritrovamento della registrazione integrale dal vivo del concerto del 3 novembre 1990, a fissare in un CD, curato dall’ingegnere del suono Sandro Borsa, quel momento così importante nella vita della comunità di Gonnesa; una comunità che nel suono dell’organo della chiesa di Sant’Andrea apostolo trova l’humus della sua più autentica devozione religiosa.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here