A Cagliari “Uomini d’acqua” la mostra fotografica di Davide Virdis

Il 6 settembre alle 17.00 presso il Centro Comunale d’Arte e Cultura “Il Ghetto”in Via Santa Croce 18, la fotografia come strumento di lettura del paesaggio sardo contemporaneo. Rapporto tra valore estetico delle immagini e la necessità di interpretazione e rappresentazione dei cambiamenti.

In occasione della chiusura della mostra fotografica di Davide Virdis UOMINI D’ACQUA paesaggi dell’acqua in Sardegna, visitabile fino a domenica 9 settembre nel Centro d’arte Il Ghetto, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari e l’Associazione Culturale Territori danno voce alle Istituzioni e organizzano un incontro aperto che intende creare i presupposti per l’apertura di un dibattito che possa stimolare un ragionamento sul ruolo che le Istituzioni dedicate alla cultura, alla ricerca e alla pianificazione affidano alla fotografia di paesaggio durante la gestione dei processi di studio. analisi e progetto dei cambiamenti nel paesaggio contemporaneo della Sardegna.

Interverranno: Enrico Corti – Ingegnere – già prof. Ordinario di Composizione Architettonica e Urbana – Università di Cagliari con una relazione dal titolo Il paesaggio tra ricerca e progetto- Punti di vista;

Felice Tiragallo – Antropologo – prof. Associato di Antropologia Culturale e Etnografia Visiva – Università di Cagliari – membro del Comitato Scientifico dell’Istituto Superiore Regionale Etnografico della Sardegna, che parlerà di Antropologia del paesaggio e fotografia in Sardegna;

Giorgio Costa – Architetto – Servizio Osservatorio del Paesaggio e del Territorio e Sistemi Informativi territoriali della Regione Sardegna con un intervento sul tema Un ruolo della fotografia nella pianificazione paesaggistica;

Antonio Sanna – Ingegnere – Direttore Generale Pianificazione Urbanistica Territoriale della Regione Sardegna che parlerà di Scuola del Paesaggio e nuove forme di comunicazione.

L’incontro è aperto a tutti.