Consorzio Costa Smeralda. Assemblea approva il bilancio. Massimo Marcialis entra nel CDA

Grazie alla convenzione sottoscritta con il Comune di Arzachena, previsti 110 milioni di euro di investimenti nel decennio: un impegno di lungo termine a favore del territorio, che conferma il Consorzio Costa Smeralda come il più autorevole interlocutore per la gestione e manutenzione di aree e infrastrutture del comprensorio. Massimo Marcialis entra nel Consiglio del Consorzio.

Consorzio Costa SmeraldaL’Assemblea del Consorzio Costa Smeralda – associazione nata nel 1962 con lo scopo di promuovere lo sviluppo urbanistico e territoriale della Costa – ha approvato il bilancio consolidato di esercizio 2017, chiuso con ricavi totali a 10,9 milioni di euro – in crescita del 4% rispetto al 2016, di cui il 62% da quote consortili e il 38% dalle altre attività – e un utile ante imposte di 332.371 euro.

Il Territorio del Consorzio Costa Smeralda si estende su un’area di circa 3.500 ettari e su un confine costiero di oltre 55 chilometri: oggi il Consorzio Costa Smeralda rappresenta «l’area gestita da privati» più vasta d’Europa. Contestualmente l’Assemblea ha anche approvato il piano di investimenti per il 2019, frutto della convenzione rinnovata il 22 maggio scorso con il Comune di Arzachena, che ha affidato per il decennio 2018-2028 al Consorzio la manutenzione ordinaria e straordinaria di alcune aree, opere di urbanizzazione primaria pubbliche o di uso pubblico, incluse nel comprensorio, aree destinate a strade, verde pubblico, verde attrezzato o parcheggio.

Il Consorzio quantifica in oltre 110 milioni di euro il valore totale degli investimenti complessivamente previsti – circa 10 milioni di euro annui per la gestione delle infrastrutture oggetto della convenzione – a cui si aggiungono impegni per circa 10 milioni di euro complessivi, per la realizzazione di nuove opere, come le trentacinque isole ecologiche a scomparsa e il rinnovamento dei depuratori: investimenti importanti, erogati a favore del territorio, che hanno coinvolto e impegnato aziende, professionisti e forza lavoro per la gran parte arzachenese.

Tra i nuovi impegni e i progetti previsti nella proroga della Convenzione 2018-2028, ci sono la pulizia delle spiagge all’interno del comprensorio del Consorzio Costa Smeralda che comporta la raccolta dei rifiuti; la rimozione della posidonia spiaggiata e il suo riposizionamento al termine della stagione estiva a salvaguardia dei litorali dall’erosione secondo quanto previsto dall’ordinanza balneare regionale; la manutenzione ordinaria e straordinaria della strada comunale n.43 (“Farina – Liscia Ruja – Razza di Juncu”); la manutenzione ordinaria e straordinaria della strada Cala di Volpe SP 160 (strada Farina/Capriccioli); la manutenzione ordinaria e straordinaria della Piazzetta di Porto Cervo e la realizzazione di isole ecologiche a scomparsa, in sostituzione di quelle esistenti.

In occasione della Assemblea, è stato nominato come nuovo membro del Consiglio – al posto del Commendator Bruno Mentasti, che ha rassegnato le dimissioni – Massimo Marcialis, che vanta una  profonda esperienza e conoscenza della Costa: entrato nel 1987 nel gruppo Sardegna Resorts, nel 2002 assume l’incarico di Responsabile della Contabilità di Sardegna Resorts e successivamente viene nominato Responsabile della Tesoreria del Gruppo Colony Capital fino al 2013. Entra quindi nel Consorzio come Direttore Amministrativo e del Personale della società Servizi Consortili S.P.A. e nel 2016 viene nominato Direttore Generale del Consorzio.

“Desidero ringraziare – dichiara l’avvocato Renzo Persico, presidente del Consorzio Costa Smeralda – ognuno dei 3871 consorziati, per il sostegno e l’impegno che viene garantito all’attività del Consorzio, istituzione insostituibile per la conservazione e lo sviluppo della Costa, paradiso naturale conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. Ogni giorno il Consorzio opera al fine di tutelare il patrimonio ambientale, realizzando progetti che, senza alcun impatto, siano in grado di rendere la Costa Smeralda più accogliente, più vivibile e più accessibile. È un territorio che possiede una identità e un appealing straordinario in tutto il mondo, che vogliamo consolidare e incrementare sempre più, anche grazie a un importante e ricco calendario di eventi, che, con oltre 50 appuntamenti nella sola stagione 2018 di musica, sport, enogastronomia, cultura, rende l’offerta  turistica della Costa Smeralda ancora più unica e godibile sia per i Consorziati che per i turisti italiani e internazionali.”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here