Elezioni comunali: chi ha vinto e chi ha perso tra i partiti. M5S flop, Lega..

Più informazioni su

Il confronto tra le elezioni politiche e le amministrative non è mai facile e si sa che i grillini alle Comunali hanno sempre sofferto. Ma quanto accaduto domenica 10 giugno è una piccola rivoluzione. Rispetto allo scorso 4 marzo quella del Movimento 5 Stelle non è una flessione, è una vera e propria debacle. Al Nord il Movimento di Luigi Di Maio si ferma quasi ovunque nettamente sotto il 10% e in alcuni casi addirittura sotto il 5% (basti pensare a Brescia, Vicenza e Treviso). Di fatto, un partitino. Al Centro il M5S riesce ad attestarsi tra il 10 e il 15% ma viene più che dimezzato rispetto alle Politiche. Al Sud, dove il 4 marzo aveva ottenuto un plebiscito, tocca il 20% ad Avellino ma resta sotto questa soglia a Barletta e perfino in alcune città della Sicilia (16% a Catania). Anche se il voto amministrativo è diverso da quello politico, il flop dei 5 Stelle è la notizia di questa tornata elettorale.

Il Centrodestra, nonostante il neo della sconfitta a Brescia, si conferma la prima coalizione del Paese con la Lega nettamente partito guida. Ad oggi, stando ai dati di queste elezioni, il Carroccio sarebbe la prima forza politica italiana. La Lega si conferma al Nord e al Centro mentre al Sud, dove in moltissimi casi correva da sola, ottiene ottimi risultati perfino migliori di quelli del 4 marzo (un esempio è il 18% del candidato leghista a Brindisi). Forza Italia, salvo qualche zona, resta molto lontana dal partito di Salvini. A Brescia gli azzurri non vanno oltre il 7% con la Lega che vale quasi quattri volte tanto.

Il Centrodestra e il Partito Democratico escono indeboliti da queste elezioni. Il Pd sperava nella rivincita del 4 marzo e invece, a parte la tenuta di Brescia, cede Terni e Treviso e rischia al ballottaggio nelle roccaforti rosse della Toscana. In molti casi il Pd non guadagna rispetto al 4 marzo, anche considerando le liste civiche, e resta la crisi iniziata con le il voto politico.

di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)

Fonte: www.affaritaliani.it

Più informazioni su